Utente 334XXX
Buonasera a tutti,
Sono una ragazza di 20 anni e scrivo su questo sito per avere dei consigli.
Circa 7 mesi fa andai con il mio ragazzo alle terme dove c'erano due piscine una con l'acqua fredda e una con l'acqua calda (dove sono stata per la maggior parte della giornata). Tornando poi a casa ho notato che in prossimità delle ginocchia risiedevano 2 lividi abbastanza grandi. Anche ripensando alla giornata trascorsa non mi venne in mente nessuna caduta.
Ora quei lividi si sono schiariti leggermente ma rimangono lo stesso sulle gambe senza andar via. Inoltre da quel momento in poi appena cado (e purtroppo cado spesso) mi si forma un livido che scompare solo dopo una settimana buona (se non di più)
Sono andata dal dermatologo circa due settimane fa e la sua risposta è stata "sei fatta così" dicendo che io ho forse carenza di ferro (perché ho sempre le mani molto fredde) e la pelle molto secca così mi ha dato una crema da mettere tutti i giorni per idratarla e basta.
Onestamente sono rimasta un po' basita dalla spiegazione del medico perché è la prima volta che mi capita, non mi è mai successo prima e se io veramente "sono fatta così" allora perché prima non si era mai verificata una cosa del genete?
Grazie per la vostra futura risposta
Buona giornata

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr.ssa Franca Scapellato
44% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
se c'è un sospetto di carenza di ferro chieda al suo medico curante le comuni analisi del sangue ed eventualmente i test di coagulazione, per verificare se ci sono alterazioni.
Molte donne soffrono della cosiddetta "fragilità capillare", a volte basta la compressione contro una superficie dura per provocare dei lividi, non occorre un traumatismo.
L'esercizio fisico migliora la situazione, come pure introdurre nell'alimentazione antocianosidi, contenuti nell'uva e nei frutti di bosco, e vitamina C (agrumi), ed evitare fumo e alcolici, che sono vasodilatatori.