Utente 578XXX
Da qualche tempo a questa parte non sento più l'orgasmo quando eiaculo. Non solo. Mentre una volta mi sentivo "avvampare" il volto e aveveo la sensazione di "sprofondare" in un certo stato fuori dal tempo e dello spazio che raggiungeva il suo culmine con l'eiaculazione, da circa un anno è andato progressivamente attenuandosi fino a perdersi.
Lo stato di eccitazione meccanica e solo a volte anche psicologica sfocia in una sorta di liberazione svincolata da sensazioni di piacere, o sensazioni rilevanti.
L'impressione è quella di una sorta di depressione, cioè di autoinfliggermi scarsa partecipazione alle sensazioni.
Sono anche poco eccitabile, non a livello meccanico ma psicologico. Ricordo grande eccitazione solo in episodi in cui ero molto stanco (meno freni inibitori?). Il disturbo si presenta costantemente e ho la sensazione che sia legato ad una forma di "controllo" che esercito su me stesso.
Tuttavia c'è da dire che ho recentemente sofferto di una prostatite (bruciori nell'urinare/eiaculare) le cui cause non sono state appurate. MI sono ristabilito anche se continuo a mantenere una sensazione di svuotamento incompleto alle volte. Come se la prostata fosse sempre un po' aperta (causando bruciori), ma quando finisco non sembra completa.

Siccome il problema sembra essersi fortemente attenuato attraverso il distrarsi dalla percezione della zona interessata, e con un certo rilassamento mentale sull'argomento che prima mi angosciava abbastanza, e datosi che la prostatite non aveva causa batterica, volevo sapere se posso considerare escludibile una patologia fisica oppure no. In ogni caso, come operare?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
caro lettore,

qualche volta una prostatite può turbare le sensazioni orgasmiche ed eiaculatorie tanto da interferire con il senso del desiderio sessuale
Ne parli con il suo specialista che saprà eventualmente consigliarle la terapia adatta od il ricorso ad un "sostegno" psicosessuologico
cari saluti
[#2] dopo  
Dr. Daniele Masala
28% attività
4% attualità
12% socialità
POZZUOLI (NA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
L'alterazione della sensazione di orgasmo può dipendere da diversi fattori e tra di essi certamente nel giovane la prostatite può essere uno dei più frequenti fattori causali. Ritengo utile che lei si affidi ad un urologo /andrologo.