Utente 336XXX
Buonasera dottori
La situazione è la seguente:soffro di eiaculazione precoce sebbene io mi sia operato e circonciso,inoltre a distanza di anni non vi sono miglioramenti nella sensibilità del glande (tendo a raggiungere l'orgasmo in pochi secondi).Il mio chirurgo mi ha prescritto creme come ''EMLA'' e gocce antidepressive per cercare di risolvere il problema,ma senza risultati.L'ostacolo non è causato da motivi psicologici,sia poichè al momento non ho rapporti sessuali e sia perchè si presenta ogni qualvolta io mi masturbi,e dunque in assoluta tranquillità e privacy.Potete consigliarmi dei rimedi DEFINITIVI per ridurre la sensibilità del glande senza l'utilizzo di farmaci o creme?
Vi ringrazio

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

in questi casi purtroppo, senza una valutazione clinica diretta, è impossibile formulare una risposta corretta, cioè capire la causa del suo problema e dare quindi una indicazione su quali passi successivi fare sia a livello diagnostico ma soprattutto terapeutico.

Comunque, se desidera avere più informazioni dettagliate su questa frequente e comune disfunzione sessuale, le consiglio di consultare anche gl’articoli pubblicati sempre sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/194-rapporto-finisce-eiaculazione-precoce.html ,

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1253-news-pianeta-eiaculazione-precoce.html .

Un cordiale saluto.

[#2] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile giovane utente,
Mi associo al dr Beretta nella risposta.
Se è già andato da un andrologo ed ha effettuato anche un intervento, non può inseguire ancora l' ipersensibilità del glande.

Le cause organiche si intersecano a quelle psichiche, veramente tante, contribuendo a mente e in vita la disfunzione sessuale.

In ambito sessuologico, e nella fattispecie nell’e.p., non si può trattare esclusivamente il sintomo, la terapia non può essere "organo/focalizzata", trascurando la cornice emozionale, ambientale e relazionale in cui si manifesta; è infatti una disfunzione sessuale, che necessita di un clinico, che possa e sappia farsi carico dell’aspetto diagnostico, terapeutico e del carico emozionale che questa disfunzione porta con sè.

Una “diagnosi non completa” ed una terapia che non affronti le cause nella loro globalità, possono costituire , un fattore di mantenimento del disturbo nel tempo, anziché la risoluzione della disfunzione.

Le allego un canale salute sull'e.p, delle letture ed un mio libro sull' argomento


http://www.medicitalia.it/salute/eiaculazione-precoce

http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/3854/Si-puo-prevenire-l-eiaculazione-precoce-Quell-incontrollabile-fretta-del-piacere
http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/1358/Eiaculazione-precoce
http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/1190/Eaiculazione-precoce
http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/963/Eiaculazione-precoce-
http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/3220/Eiaculazione-precoce
http://www.medicitalia.it/libri/9-eiaculazione_precoce_riflessioni_e_strategie_per_risolvere_il_problema.html

[#3] dopo  
Utente 336XXX

Iscritto dal 2014
Comprendo i vostri pensieri,tuttavia rimango scettico sul fatto che nel XXI secolo non è ancora stata rilevata una cura ,pur parziale, per un problema che affligge circa un uomo su quattro,e che è ,oltretutto, la causa di molti problemi di autostima e psicologici in generale degli uomini.
Di nuovo grazie
[#4] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Le cure ci sono e sono tante, niente affatto parziali, sono però da calibrare alla sua unica storia di vita e sessuale.


Nelle letture, libro e canale salute, trova ben spiegato tutto

[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

non sia estremamente scettico e negativo, senta il suo andrologo e, oltre alle corrette indicazioni già ricevute dalla collega Randone, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su una attuale terapia per contrastare il suo problema sessuale, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo sempre pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/210-dapoxetina-nuovo-farmaco-trattamento-eiaculazione-precoce.html .

Ancora n cordiale saluto.