Login | Registrati | Recupera password
0/0

Linfonodi dietro orecchio sx

(archivio consulti: per vedere la pagina aggiornata clicca QUI)
  1. #1
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2008

    Linfonodi dietro orecchio sx

    Buona sera dottori,
    Da una settimana mi si é gonfiato un linfonodo dietro l'orecchio, dopo 3 giorni ne é comparso subito un altro appena sopra il primo, fino a ieri erano endrambi durissimi e visibili ad occhio nudo, solo oggi sembrano piu morbidi ma piú grandi, o meglio di forma strana, mentre prima uno dei due sembrava proprio una pallina. Io pensavo di avere un tappo di cerume, per il fatto che ogni tanto un forte suono mi provoca una sorta di dolore, sembra quasi che io senta vibrare il timpano in modo esagerato, sensazione che dura solo con un suono molto forte e dura millesimi di secondo. Sono cosi andato dal mio medico curante che mi ha detto che non presento nessun tappo di cerume, ma una lieve infiammazione. Per tale motivo sto prendendo 2 gocce al giorno di Otalgan 6g. Quello che mi chiedo, e ripropongo a voi la domanda, non é strano che abbia 2 linfonodi aumentati di volume pur non avendo nessun sintomo certo in nessuna parte della testa (gola,bocca,orecchie,naso,occhi)...?
    Mi sento solo un po piú spossato in questi giorni, sintomo che io collego all'insopportabile caldo.

    Saluti.



  2. #2
    Indice di partecipazione al sito: 1181 Medico specialista in: Otorinolaringoiatria
    Medicina di base

    Risponde dal
    2008
    Le consiglio di farsi visitare da uno Specialista Otorinolaringoiatra. Dobbiamo capire se veramente c'è un' otite (infiammazione) Probabilmente le verrà prescritta una ecografia del collo per studiare i linfonodi che sente alla palpazione. Cari saluti


    Dr. Raffaello Brunori

  3. #3
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2008
    Grazie Molto Dr.Brunori per il suo consiglio.
    Gradirei molto se potesse leggere qui di seguito come si é evoluto il tutto.

    Finalmente si avvicina la visita dall'otorino, programmata per il 18 settembre.
    Purtroppo i due linfonodi ci sono ancora non capisco la loro dimensione ma posso dire con certezza che quello piccolino é rimansto sempre uguale ma l'altro mi sembra cresciuto verso il dentro, dato che percepisco la sensazione che fa pressione dentro l'orecchio, o meglio, questo é quello che credo di sentire, negli ultimi 10 giurni ho ogni giorno dei forti mal di testa, sento grande rigiditá alla nuca che man mano aumenta.
    Ho dei dolori al fianco sinitro, al testicolo sx e alla coscia sx.
    Sommando tutti i sintomi mi sembra che qualcosa non vada bene...

    Cosa ne pensa lei Dr.?
    Il mio medico curante ha confermato di effettuare la visita ORL




  4. #4
    Indice di partecipazione al sito: 1181 Medico specialista in: Otorinolaringoiatria
    Medicina di base

    Risponde dal
    2008
    Sicuramente, una visita da parte di un Otorino è doverosa! Con molta probabilità, ci troviamo di fronte ad uu processo infiammatorio linfonodale e, questo, spiegherebbe i fastidi lamentati al collo ed inguine. Sicuramente, le verrà prescritta una ecografia del collo e, forse, in base all'esito, le verrà consigliato un agoaspirato. Ma non anticipiamo ed aspettiamo il prossimo 18 settembre. In bocca al lupo!


    Dr. Raffaello Brunori

  5. #5
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2008
    Buongiorno,

    La ringrazio per la sua pronta risposta, ho effettuato la visita ORL, il risultato di tale visita mi ha molto tranquillizzato, ovvero il medico in questione non ha riscontrato nulla di anormale, se non il linfonodo retroauricolare, il quale potrebbe essere il risultato di una mononucleosi o toxoplasmosi, che secondo lui non sono comunque malattie che portano a specifiche preoccupazioni, insomma, nulla di che, specialmente per il fatto che non sono presenti altri linfonodi gonfi sul collo o nelle vicinanze.

    Non mi é stata prescritta nessuna ecografia, ma mi ha detto che se voglio togliermi ogni dubbio di fare i marker per la mononucleosi e toxoplasmosi.

    Cosa ne pensa, e secondo lei come mai il mio medico curante non mi ha mai consigliato questi test dato che sono ormai da 3 mesi in questa situazione?





  6. #6
    Indice di partecipazione al sito: 1181 Medico specialista in: Otorinolaringoiatria
    Medicina di base

    Risponde dal
    2008
    Sicuramente è consigliabile eseguire i test che le sono stati consigliati: è sempre utile sapere cio che è accaduto! Cari saluti


    Dr. Raffaello Brunori

  7. #7
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2008
    Buongiorno Dottore,
    Ho eseguito gli esami del sangue per valutare la presenza di toxoplasmosi e mononucleosi, entrambi gli esami risultano completamente negativi. Immagino che cio voglia dire che non sono mai entrato in contatto fortunatamente con questi virus.
    Ora i due linfonodi citati continuano a gonfiarsi e sgonfiarsi, non accuso nessun sintomo paricolare se non il solito dolore al testicolo pure se io sono convinto che provenga dal lato inferiore sx dell'addome, e stanchezza continua, diciamo che dopo 3 ore dal momento del risveglio potrei direttamente tornare a sdraiarmi per il senso di stanchezza. Unico valore fuori norma oltre alt e gamma gt che dopo una dieta accurata stanno tornando nella norma, la ves che risulta essere 18, comunque un valore secondo me non influente.
    Vorrei chiederle se secondo lei e' utile fare ulteriori approfondimeni oppure pensare che i linfonodi gonfi siano presenti per motivi di natura ignota.
    La ringrazio anticipatamente,
    Saluti




  8. #8
    Indice di partecipazione al sito: 1181 Medico specialista in: Otorinolaringoiatria
    Medicina di base

    Risponde dal
    2008
    E' molto difficile che una patologia abbia una natura "ignota". Certamente non sarà nulla di grave ma, il mio consiglio, è quello di arrivare ad una diagnosi. Consulti a riguardo, uno Specialista in Malattie interne della Sua Città: sarà Lui a fare il direttore d'orchestra, ovvero ad indirizzarla, dopo un accurato esame clinico, a quelle indagini o Specialisti che sapranno aiutarla. Cordiali saluti


    Dr. Raffaello Brunori

  9. #9
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2008
    Buonasera Dr. Brunori,

    Ho eseguito tutti i controlli con un medico di medicina interna per tutto cio' che riguardava gli esami ematici fuori dalla norma, eseguiti esami su malattie infettive (toxoplasmosi, mononucleosi, epatite....)tutti negativi. Sono completamente sano apparte qualche valore fuori norma legato alle transaminasi. Con questo la aggiorno su tutto cio' che riguarda gli esami ematici.
    Il mio problema ora si sposta sui due linfonodi che ormai da quasi 8 mesi sono presenti dietro il padiglione auricolare sx, sono molto piccoli come due chicchi di caffe' non sono dolenti, sento solo come della pressione all'interno, e sinceramente un po la questione non mi convince, secondo me non ha senso che ci siano. In particolare dopo aver guardato un programma televisivo ho sentito il termine iperacusia mi sono sorti dei dubbi: ho sempre pensato di avere un udito formidabile, visto che ci vedo molto poco, pensavo che avvesi avuto piu' fortuna con l'udito, invece potrebbe essere un problema, ogni tanto mi capita che una forte risata, o anche il mio stesso parlare mi causa come una sensazione di vibrazione con la sensazione che ci sia del liquido che vibra e tappa all' interno dell'orecchio, non fa male, o meglio e' uno strana forma di dolore, istintivamente mi tendo a coprire l'orecchio per evitare il ''rumore'' molesto e a dire alla persona (sempre che non sia una risata) di parlare un po piu' piano, ''sempre che la conosca''. A settembre avevo fatto una visita ORL apparte avere evidenziato una cicatrice nell'orecchio in questione ad opinione del medico che mi ha visitato imputabile ad un otite non curata da bambino, nulla da da segnalare. Dunque ora accuso quel disturbo utivo orecchio sx, pressione dietro la mandibola sx, due chicchi di caffe' dietro il padiglione auricolare sx, e spesso dolore cervicale. Vorrei chiederle un consiglio in merito ai miei disturbi.

    Saluti



  10. #10
    Indice di partecipazione al sito: 1181 Medico specialista in: Otorinolaringoiatria
    Medicina di base

    Risponde dal
    2008
    Le consiglio sempre di sottoporsi ad una ecografia per lo studio dei linfonodi in questione. Onestamente, non vedo una correlazione con una eventuale ipoacusia, visto che questa non è da lei percepita nè, tantomeno, diagnosticata. Magari è anche utile un esame audio-impedenzometrico. Cordiali saluti


    Dr. Raffaello Brunori

  11. #11
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2008
    Buongiorno Dottore,
    La ringrazio per il suo ultimo messaggio, vorrei aggiornarla su quanto fatto fin'ora:

    - Medico di base: Asserisce che tali linfonodi non hanno alcun significato, ovvero devo stare tranquillo, perché se fosse stata una brutta malattia sarebbero stati enormi e non piccoli (piú o meno un cm e mezzo), quindi se non dipende dalle orecchie lui asserisce che sono presenti a causa di una vecchia malattia, io su questo ho obbiettato, anche perché fin dal primo mese di tale gonfiore ho eseguito gli esami per determinare se ero stato contagiato da (mononucleosi, toxoplasmosi ecc...) e tutti risultavano negativi, comunque lui mi ha detto che possono rimanere cosi anche per tutta la vita...sinceramente per me non é un problema, ma ci credo poco che dietro questi due linfonodi non ci sia niente.

    - Visita ORL : per togliere il dubbio del mio medico curante convinto quasi giurava che fosse tutto legato ad un problema acustico ed in relazione ai miei sintomi: disturbo quando sento dei suoni molto forti, a da due settimane lieve senso di ovattamento e spasmi muscolari sulla palpebra sx, sono stato da un ORL che dopo una visita generica mi ha prescritto Visita Audiologica ed Audiometrica, dal quale é risultato un lieve abbassamento dell'udito su alcune frequenze (250-1000Hz) nell'orecchio in questione (sx) ma tutto puó rientrare nella norma. Dicendomi che dovrei indagare con il mio medico curante per capire per quale motivo ho questi due linfonodi ingrossati.

    Visto che il mio medico é restio nell'indagare su questi due linfonodi che mi creano anche un leggero gonfiore nella parte corrispondente del viso, e senso di pressione vicino alla nuca, io ho deciso di lasciar perdere, visto che comunque non c'é nulla da fare.
    A questo punto mi chiedo anche se magari non si tratta di linfonodi ma di magari cisti... veramente non ho proprio idea.

    Se ha qualche consiglio da darmi é ben accetto, tendendo conto che non ho il diritto di prescrivermi gli esami da solo.

    Cordiali Saluti







  12. #12
    Indice di partecipazione al sito: 1181 Medico specialista in: Otorinolaringoiatria
    Medicina di base

    Risponde dal
    2008
    Come giustamente da lei ipotizzato, i linfonodi retroauricolari devono avere una causa ben precisa, ad esempio infiammatoria. Per questo le ho consigliato, in prima istanza di sottoporsi ad un esame ecografico; utile anche un tampone faringeo per laricerca di germi patogeni. Una volta in possesso delle relative risposte, cerchero' di esserle di aiuto


    Dr. Raffaello Brunori


Discussioni Simili

  1. Barotrauma orecchio medio/interno
    in Otorinolaringoiatria
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 05/07/2008, 14:08
  2. Disturbi orecchio sx
    in Otorinolaringoiatria
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 11/07/2008, 21:34
  3. Rumori nell'orecchio
    in Otorinolaringoiatria
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 23/06/2008, 23:36
  4. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 14/07/2008, 18:47
  5. Mi pulsa l'orecchio
    in Otorinolaringoiatria
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 14/06/2008, 21:39
ultima modifica:  13/08/2014 - 0,12        © 2000-2011 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896