Utente 282XXX
Salve, sono un ragazzo di 18 anni e vorrei donareil mio sangue presso un associazione.
Facendo varie ricerche su internet ho letto che dopo la donazione, la parte "liquida" del sangue, il plasma, ci impiega solo al massimo 1-2 giorni per rigenerarsi, mentre la parte di sangue composta dai globuli rossi, ci impiega dai 20 ai 30 giorni per reintegrarsi completamente.
Ho anche letto che questo può comportare dei cali delle prestazioni ad atleti, poichè la leggera anemia post-donazione inevitabilmente fa si che arrivi meno ossigeno alle cellule.

Dato che sono un agonista di arti marziali, vorrei sapere esattamente fino a che punto posso risentire di ciò.. Se ad esempio prima della donazione fossi al 100% della prestazione, questa percentuale di quanto scenderebbe dopo la donazione?

Mi piacerebbe sapere se vi siano anche altre conseguenze negative oltre a queste, grazie.
[#1] dopo  
Dr. Piero Alessandro Casonato
28% attività
0% attualità
16% socialità
()
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
L'attività sportiva ,specie se spinta ai massimi livelli provoca di per sé una perdita di ferro e quindi una tendenza all'anemizzazione. E' chiaro che mettere in atto una donazione di sangue prima di una competizione sportiva non ha molto senso.
Tutti gli atleti , in tali occasioni si guardano bene dal crearsi qualsiasi motivo di debilitazione.

Faccia la donazione di sangue durante un periodo di scarso impegno fisico , è la cosa più semplice.

Cordiali saluti