Utente 250XXX
Buongiorno,
scrivo per conto di mia madre, 54 anni, 168cm per 55kg, che nelle ultime analisi ha un valore elevato di colesterolo e in particolare delle LDL, rispetto alle analisi precedenti.

Il colesterolo totale è sempre risultato molto alto (ma era compensato da alti valori di HDL), in particolare i valori attuali sono:

Colesterolo totale: 295

Colesterolo HDL: 112

Trigliceridi: 83

Da cui si ricava il valore dell'LDL = 166

Il rapporto colesterolo totale/ HDL risulta comunque basso (visto che è di 2,63), ma dalle precedenti analisi si nota un trend in rialzo per LDL e rapporto colest/hdl:

Colest. totale: 249
HDL: 102
Trigliceridi: 95
LDL: 128


Questi valori delle LDL sono alti a tal punto da non ritenere sufficiente l'apporto positivo dell'HDL e il basso rapporto con il colesterolo totale e quindi prendere qualche provvedimento, o nel quadro generale sono da considerasi accettabili?

Il soggetto non è fumatore e da un paio di anni assume triatec 2,5 mg per mantenere sotto controllo la priessione minima, salvo sospendere la cura nella stagione estiva, controllandone comunque costantemente i valori.

Si consiglia di ripetere le analisi tra qualche mese, magari prestando maggiore attenzione ai pasti e all'assunzione di alcol nei giorni a ridosso dell'esame ed eventualemente correggendo la dieta attuale, che risulta comunque molto varia?

Vorrei infine sapere se sia possibile effettuare un esame del sangue senza prescrizione medica, sempre previo pagamento del medesimo ticket nelle sedi convenzionate. (Il mio medico di base purtroppo non concederebbe la prescrizione a distanza di 6 mesi, ma solo dopo 2 anni.)


Vi ringrazio per la risposta che spero vogliate fornirci.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Sua madre se non assume farmaci per ridurre il colesterolo, a mio giudizio è opportuno prescriverle una statina. Per gli esami ematochimici senza prescizione non credo che sia possibile farli nemmeno a pagamento (e ritengo tralaltro che sia giusto). Comunque è decisamente il caso che sua madre venga seguita da un cardiologo.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 250XXX

Iscritto dal 2012
Egr. Dottor Rillo,

Seguirò il consiglio di contattare un cardiologo, attuando nel frattempo una dieta più consona.

Positivo potrebbe essere anche l'apporto di tisane e infusi a base di foglie di olivo, note per le loro proprietà salutistiche, in alternativa, almeno per il momento, all'assunzione delle statine, certo non prive di effetti collaterali.
Si potrebbe riperete l'esame magari inserendo solo i valori che interessano tra pochi mesi.

Un ultimo quesito: il rischio a fronte di questi valori risiede nel fatto di avere un alto valore di LDL e in generale di colesterolo, ponendo quindi in secondo piano i buoni valori di HDL e il rapporto colest/HDL?

Grazie
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Esattamente....
per quanto riguarda le proprietà di sostanze che non siano farmacologiche non posso darle alcuna risposta. Per le statine, è un discorso che vale per qualunque terapia medica, ma è dal rapporto rischi/benefici che emerge l'importanza di una terapia.
Cordialmente