Utente 291XXX
Buongiorno,per due mesi ho assunto l'antidepressivo citalopram EG con dosaggio da 40 mg.Durante il trattamento ho riscontrato una marcata diminuzione della libido e problemi di deficit erettivo.Ho smesso di assumerlo il 30 gennaio,dopo aver comunque fatto due settimane(dal 17 gennaio al 30) prendendolo un giorno si e uno no,dato che lo psichiatra mi ha detto che questi farmaci non vanno interrotti di colpo.Ciononostante,la libido non è tornata come prima,è come se avessi gli ormoni addormentati...ho letto con grande paura che esiste una sindrome chiamata PSSD che puo rendere permanenti le disfunzioni sessuali di questi farmaci...è vero?ci tengo a precisare che io faccio palestra da circa un anno e quindi prendo proteine in polvere...ma comunque non avevo mai avuto cali di libido se non quando ho iniziato ad assumere il citalopram

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,la depressione é una malattia che,quindi,prevede una terapia.La medesima può comportare degli effetti collaterali che possono,anche,identificarsi in saltuari e reversibili cali di libido.Il ritorno ad un maggiore equilibrio favorirà un più costante benessere sessuale.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 291XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio dottore per la risposta,io in realtà non soffrivo proprio di depressione ma di attacchi di panico,ma ciò non aveva minimamente intaccato il desiderio,anzi in quel periodo era l'unica cosa che andava bene.Però dopo aver iniziato ad assumere citalopram ho avvertito subito un calo di libido,tra l'altro nel foglietto illustrativo è elencato tra gli effetti collaterali piu comuni.Speravo che questo disturbo se ne andasse dopo la sospensione del farmaco,ma cosi non è stato.La mia paura è se quello che ho letto su internet sia vero,cioé che questi farmaci posso lasciare danni permanenti che rimangono anche dopo aver abbandonato la terapia...
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
…danni permanenti da escludere inaniera assoluta.Il problema sta nelle crisi di panico che possono recidivare.Cordialità.