Utente 118XXX
salve gentili dottori,
scrivo per mia madre 63 anni a cui dopo 2 mesi di problemi vari e 2 ricoveri è stato riscontrato un tumore al pancreas delle dimensioni di circa 1.7 cm, per ora non sembrano essere presenti metastasi ai polmoni o al fegato e il chirurgo ha deciso di operare procedendo all'asportazione di parte del pancreas, del duodeno e dei tessuti circostanti.
Il primo sintomo di mia mamma sono state 2 coliche biliari ravvicinate le quali in un primo momento hanno fatto pensare ad una calcolosi, poco dopo è iniziato un forte prurito e i valori ematici epatici e biliari completamente sballati e alle stelle.
Da una prima risonanza non è stato riscontrato nulla, nella seconda effettuata a 2 mesi di distanza e con mezzo di contrasto appariva una situazione ancora non chiarissima, attraverso invece una ercp hanno visto la lesione e applicato contestualmente uno stent per facilitare il deflusso della bile che era bloccata.
Ovviamente siamo disperati perchè consapevoli che questo tipo di tumore da poche speranze di sopravvivenza.
So che le informazioni sono poche e che tramite web non è possibile fare diagnosi o previsioni ma che aspettativa di vita potrebbe avere la mia mamma?
Intanto siamo in attesa dell'intervento che dovrebbe avvenire tra circa 20 giorni.
Grazie l'attenzione che vorrete accordarmi.
[#1] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Come ben sa,
è impossibile esprimere giudizi prognostici online,
avendo una conoscenza generica del caso clinico.

Una corretta stadiazione, tipo istologico, comorbilità, ed altro ancora, condizionano la prognosi.

Possiamo genericamente affermare che il tasso di sopravvivenza a cinque anni è inferiore al 5%.

Può approfondire l'argomento leggendo questo articolo
http://www.medicitalia.it/minforma/Gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/1806/Il-cancro-del-pancreas-cause-sintomi-diagnosi-e-terapia-del-big-killer

Prego