Utente 337XXX
Gentili signori, Sono un ragazzo di 22 anni e soffro di fimosi dalla nascita. Dopo anni e anni di scrupoli sono riuscito a farmi avanti e a prenotare una visita urologica presso istituto pubblico.
Mi è stata fatta una visita che io definirei abbastanza "celere" e "superficiale", per questo motivo ho deciso di scrivervi per sotterrare i miei dubbi. In sede di visita ho espressamente detto al medico di avere il glande molto sensibile, infiammato (non posso neanche sfiorarlo con un dito) da sempre. In virtù di ciò gli ho chiesto se sarebbe stato opportuno, prima della circoncisione, curare questo problema. Lui (disinteressato e superficiale) mi ha risposto che non va fatto niente e che il glande si abituerà da solo. Ora, se io ad oggi non posso sfiorare il mio glande neanche con un dito, come posso tenerlo completamente scoperto a contatto con gli indumenti intimi? Per me sarebbe impossibile anche muovermi. Cosa posso fare? p.s. l'operazione dovrò farla tra due o tre mesi. Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
detto che la diagnosi e la indicazione terapeutica di circoncisone si fa in 10 secondi ogiù di là, tranquillo si abituerà in fretta, male che vada un po di vaselina borica sul glande aiuta nei primi momenti.