Utente 300XXX
Salve sono un ragazzo di 26 anni. facendo una visita dall' andrologo per intermittenti dolori ai testicoli mi è stata diagnosticata una nevrite ileo inguinale con somministrazione, terapeutica, di neuraben (1 pastiglia per tre volte al dì per 30 giorni).
In effetti, a distanza di pochi giorni dalla visita il dolore ai testicoli è scomparso, tuttavia ho alcune domande in merito al problema:

- La nevrite ileo inguinale che mi è stata diagnosticata è una conseguenza di un contatto L1 e L2 dei nervi lombari. Può essere che tale problema si rifletta in primis sull' inguine e testicoli?
- la terapia non è eccessiva pur trattandosi di vitamina B e pur avendo una alimentazione regolare anche a base di carne, pesce, uova, formaggio ecc..? Non si rischia di avere un eccesso di questa vitamina con relative conseguenze?
- i dolci possono attenuare la vitamina B? lo stress?

Ringrazio in anticipo per le vostre preziose risposte.
Cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,consiglierei di godere il benessere ritrovato,astenendosi dall'approfondimento circa la fisiopatologia di un quadro clinico che può riconoscere varie cause,tra cui quella di una nevrite lombo-sacrale che,é noto,può manifestarsi in prima o seconda istanza,alla regione inguino-scrotale.La strategia terapeutica non
é dannosa e l'alimentazione variata,garantisce un buon equilibrio.Non é dimostrato come lo stress possa,se non in senso generico,essere un fattore scatenante. Cordialità.