Utente 337XXX
Gentil.mi dottori, vi riporto l'esito dell'ecografia ai reni eseguita il 11.02.2014 per avere un vostro parere, in quanto il radiologo che l'ha eseguita non ha trovato dei calcoli renali nonostante quello che di seguito espongo dell'esito della visita. Premetto che ho avuto problemi a questo rene da molti anni, subito diversi interventi per i calcoli e avevo una situazione non molto felice, poi superata non ho più avuto problemi (dolori in maniera significativa) fino all'estate 2013 dove ho iniziato a sentire nuovamente dolori e trovarmi a urinare sangue e urina fino ad ora che attendo di fare una T.A.C. per vederci più chiaro.

L'esame US documentata a quasi completo sovvertimento ecostrutturale del terzo medio-inferiore del rene destro, marcatamente disarmonico lo spesso parenchimale residuo. Concomita da questo lato di spiccata dilatazione calico pielica con diametro trasverso del bacinetto di cm 4 circa occupato da grossolane alterazioni pseudonodulari pauciconfluenti (su base neoformativa?). Modesta dilatazione del primo tratto dell'uretere di questo lato peraltro inesplorabile nel restante decorso. Si associa disomogeneo ispessimento del tessuto adiposo perireneale e di quello adiacente al bacinetto renale con sottile film liquido contestuale. Rene sx nei limiti per morfovolumetria conservato lo spessore parenchimale con alcune focalità cistiche cortico sottocorticali dello stesso con diametro max di cm 2,5 circa; non segni di litiasi macroscopica, modesta ectasia calico pielica omolaterale a pareti lievemente ispessite. Epatomegalia ad ecostruttura marcatamente e diffusamente disomogenea con grossolani aspetti pseudonodulari pauciconfluenti di non sicura univa attribuzione sul solo dato ecografico (di natura sostitutiva?). Colecisti alitiasica con segni di colesterolosi parietale; nbon sis riconoscono franche dilatazioni delle vie biliari intraepatiche né della via biliale principale. Pancreas ecograficamente esplorabile e milza nei limiti. Inesplorabile l'aorta addominale. Vescica vuota al momento dell'indagine. Le obiettività renali ed epatiche necessitano di integrazione diagnostica con imaging di II istanza in relazione al quale decidere successivo iter.

esame urine:

Colore: paglierino; aspetto: opalino; densità relativa: 1.018; albumina 94,00 mg/100 ml; glucosio: assente; acetone: 10,00mg / 100mg; bilirubina: assente; emoglobina: > 1mg/100ml; urobilinogeno: 0,20EU/mg 100 ml; nitriti: assenti; Esame del sedimento: qualche leucocito; numerossissime emazie.
-----------------------------
TRIGLICERIDI: 174 MG/100MG; TRANSAMINASI OSSALACETICA: 39 U/l; TRANSAMINASI PIRUVICA 65U/l

grazie in anticipo per la risposta

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Gentile Signore,
la necessità di eseguire una TAC con una certa sollecitudine è assolutamente indispensabile, sia per il riscontro ecografico che per la cospicua presenza di sangue nelle urine. Per ora non ha alcun senso fare delle ipotesi a caso.
Ci faccia sapere, se lo desidera.

[#2] dopo  
Utente 337XXX

Iscritto dal 2014
gentil.mo dottore, il risultato della TAC lo avrò il primo di marzo. In parole molto semplici, spiegando i termini medici utilizzati nella redazione di quell'ecografia, cosa c'è scritto di preciso? Grazie
[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Gentile Signore,
sostanzialmente l'ecografia dimostra una netta sofferenza del rene destro, verosimilmente causato dalla presenza al suo interno di tessuto di incerta origine. Proprio per chiarire questa incertezza è stata eseguita la TAC.

Saluti