Utente 667XXX
Buongiorno a tutti.
Vorrei cortesemente un parere su quale specialista sia più indicato consultare per il mio problema.

Da tempo soffro di una fastidiosa Candidosi ricorrente.
Ad ogni ciclo di cura però diventa meno vistosa nel picco di massima "espansione" e molto più difficile da curare. Dalle prime applicazioni di pevaryl sono dovuto passare al travocort e alle pastiglie di diflucan.

Dopo la cura (sopratutto di travocort) in genere la pelle del glande rimane un po' secca e irritata per poi tornare piano piano alla normalità.

Dopo l'ultima cura (con travocort e pevaryl) questo fastidio non si è attenuato ed ho scoperto che la candidosi persisteva perchè la mia ragazza ha accusato dei fastidi che sono risultati essere dovuti ad un'infezione da candida. Lei si è curata ed io ho assunto una pastiglia di diflucan come suggerito dal suo medico.

Ad oggi, circa tre mesi dalla cura, persiste quella sensazione di fastidio, sensibilità e secchezza, anche dopo la cura con una pastiglia di diflucan, due settimane fa, che mi fanno pensare ad un problema diverso.

Ciò non mi causa problemi durante la giornata, ma durante i rapporti che sono sempre più brevi (penso si possa parlare di eiaculazione precoce, cosa che mi capitava durante le candidosi) ed un forte bruciore dopo il rapporto.

Per questo propendevo per una visita dall'andrologo, piuttosto che da un dermatologo, anche per fare una visita generale (che non ho mai fatto) e per far controllare una cicatrice del frenulo che risulta ancora molto sensibile dopo anni dalla lacerazione.

Secondo voi quale specialista sarebbe più indicato? Magari avete qualche consiglio su andrologi a Bergamo?

Grazie infinite

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,va da se che,arricchendosi la sintomatologia con un evidente disagio sessuale,ritengo utile un approfondimento andrologico,la cui figura di riferimento potrà essere individuata assieme al medico di famiglia.Cordialità.