Utente 256XXX
Vi scrivo la mia situazione, abbastanza travagliata. E’ circa da dicembre delle scorso anno che sto poco bene. Avverto una sensazione di malessere generalizzato. I sintomi sono stati: dolori muscolari diffusi, fascicolazioni, sensazione di scosse varie agli arti. Inoltre nausea e vertigini, forte sensazione di instabilità. Mai febbre.La mia prima strada è stata quella di rivolgermi ad un neurologo perché temevo fosse l’inizio di brutte malattie, tipo la SM. La conclusione è che dal punto di vista neurologico non ho nulla.
A gennaio ho eseguito alcune analisi con i risultati seguenti:
GLOBULI BIANCHI 5,7 (rif. 4,1 – 12,1)
GLOBULI ROSSI 4,56 (rif. 3,75 – 5,63)
EMOGLOBINA 13,2 (rif. 11,8 – 16,9)
EMATOCRITO 38,5 (rif. 28,9 – 48,2)
VOLUME MEDIO 84 (rif. 78 – 102)
CONTEN. MEDIO EMOGLOB. 28,9 (rif. 21,5 – 33,7)
CEONCENTR. MEDIA EMOGL. 34,3 (rif. 31,9 – 36,9)
IND. DISTRIB. GL. ROSSI 12,6 (rif. 9,5 – 18,8)
FORMULA LEUCOCITARIA
NEUTROFILI 57,6 (rif. 41,3 -76,4)
EOSINOFILI 1,9 (rif. 0,0 – 7,0)
BASOFILI 0,4 (rif. 0,0 – 2,4)
LINFOCITI 27,1 (rif. 18,4 – 49,3)
MONOCITI 13,0 (rif. 2,0 – 9,0)
NEUTROF. CONTA ASS. 3,29 (rif. 1,88 – 8,34)
EOSINOF. CONTA ASS. 0,11 (rif. 0,00 – 0,53)
BASOFILI CONTA ASS. 0,02 (rif. 0,00 – 0,19)
LINFOCITI CONTA ASS. 1,55 (rif. 1,14 – 4,07)
MONOCITI CONTA ASS. 0,74 (rif. 0,13 – 0,92)

VES 11 (rif. 0 – 20)
PCR 0,01 (assenza processi infiammatori)
A parte il valore alterato dei monociti, era tutto nella norma e il medico mi ha praticamente detto che non avevo nulla e che non mi dovevo preoccupare.
Nel frattempo, io continuo a non stare bene. Ad aprile, toccandomi il collo sento un linfonodo ingrossato. Eseguo ecografie e scopro di averne più di uno, in sede laterocervicale, comunque tutti di natura reattiva. Inoltre il medico della mutua, mi ha esaminato anche ascelle e inguine e ne ha trovati altri 2 leggermente ingrossati.
Rifaccio altre analisi ad aprile, questa volta ricerco anche la presenza di virus.
L’esame emocromocitometrico è tutto nella norma. C’è una variazione nei monociti, che all’esame di gennaio avevano valore 13, ora sono diventati 10,3.
Per i virus:
ANTI HERPES SIMPL. 1 IGG assenti
ANTI HERPES SIMPL. 1 IGM assenti

ANTI HERPES SIMPL. 2 IGG assenti
ANTI HERPES SIMPL. 2 IGM assenti

ANTI CYTOMEGALOVIRUS IGG assenti
ANTI CYTOMEGALOVIRUS IGM assenti

ANTI VARICELLA ZOSTER IGG assenti
ANTI VARICELLA ZOSTER IGM presenti

EBV VCA IGG presenti
EBV VCA IGM assenti
EBV EA assenti

Sempre ad aprile, eseguo anche esame sottopopolazioni linfocitarie con il seguente risultato:
T LINFOCITI TOTALI (CD3) 69 (55-84)
T LINFOCITI HELPER (CD4) 34 (31-60)
LINFOCITI H: CONTA ASSOLUTA 606 (410 - 1590)
T LINFOCITI SUPPRESSOR (CD8) 30 ( 13-41)
RAPPORTO T4/T8 1,13 (0,50 - 2,60)
A giugno, mi reco da un infettivologo che mi fa rifare le analisi.
L’esame emocromocitometrico nella norma, tranne ancora una volta il valore dei monociti. Sono ritornati al valore 13.
Poi ho eseguito fenotipizzazione linfocitaria (Linfociti CD4+), con i risultati:
LINFOCITI T CD4+ (CD45+CD4+) 35,3% (rif. 34,0 – 60,0)
LINFOCITI T CD4+ (CD45+CD4+) 0,620 (rif. 0,600 – 1,500)
Eseguo inoltre esame toxoplasma e EBV.
TOXOPLASMA IGG <3 negativo
TOXOPLASMA IGM <3 negativo

EBV VCA IGG > 750 positivo
EBV VCA IGM <10 negativo

Mi scuso per la lungaggine, ma voglio capire che mi sta succedendo. A distanza di molti mesi sono sempre molto molto stanca e mi sembra che la mia situazione clinica non sia migliorata.




[#1] dopo  
Dr. Sandro Morelli
28% attività
4% attualità
16% socialità
VELLETRI (RM)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2007
Dalle analisi risulta che lei ha avuto la mononucleosi ed ora non l'ha più. Dalle analisi ora risulta in atto un herpes zoster che ancora non ha dato segni specifici, se non i sintomi che lei ha descritto (che poterbbero anche essere segni lasciati dalla mononucleosi ormai passata). Tenga presente che i virus della mononucleosi non vanno mai via e restano nell'organismo in forma latente senza dar segno di se tranne che in particolari situazioni, soprattutto quando si abbassano le difese immunitarie (ma le sue sono perfette, dalla tipizzazione linfocitaria).
Ha consultato dei bravi medici che le hanno consigliato anche la tipizzazione linfocitaria, possibile che non le abbiano detto che cosa risulta dalle analisi? E poi io sono un medico vecchio stampo, anche ho "solo 49 anni", preferisco l'esame obiettivo alle analisi e non potrei mai fare una diagnosi solo vedendo delle analisi. Per cui quello che le ho detto è solo quello che sembra dalle analisi, ma non lo posso confermare poichè non l'ho mai visitata.
Si rivolga ancora ad un bravo infettivologo per la diagnosi. Non sembra difficile. Se puoi vuole curarsi con l'omeopatia lo faccia con serenità, ma da un bravo medico. Quando cominciano ad arrivare alcune malattie c'è qualcosa che non va, stress, alimentazione, inizio di cedimento delle difese immunitarie ecc.. Si faccia cuare alla base come facciamo noi omeopati perché altrimenti, passata una malattia, ne viene un'altra.
[#2] dopo  
Utente 256XXX

Iscritto dal 2007
Mi scusi, ma ho sbagliato a riportare l'indicazione circa l'ANTIVARICELLA ZOSTER. Il risultato dell'esame era:

ANTI VARICELLA ZOSTER IGG presenti
ANTI VARICELLA ZOSTER IGM assenti

Mi scuso per l'errore.
Cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Sandro Morelli
28% attività
4% attualità
16% socialità
VELLETRI (RM)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2007
Bene, IgG presente vuol dire che la malattia è passata ed è rimasta la memoria immunitaria. Per cui non ha più lo Zoster e nemmeno la mononucleosi, ma probabilmente una coda di sintomi lasciati dalla mononucleosi passata e dalla sua situazione immunitaria, anche se normale, all'inizio di un peggioramento.
[#4] dopo  
Utente 256XXX

Iscritto dal 2007
Buongiorno,
ho appena ritirato delle nuove analisi. Riporto i risultati:
PCR 0,05 mg/dl
REUMA TEST negativo
TAS < 200
ANTICORPI ANTI NUCLEO - ANA assenti
ANTICORPI ANTI ENA assenti

VES
dopo 1h 16,0 *
dopo 2h 35,0 *
indice di KATZ 16,7 *

Sono un pò preoccupata per il valore della VES. Nelle analisi effettuate nei mesi precedenti, questo valore è sempre andato bene. Ora si è alzato.