Utente 337XXX
Buongiorno, da qualche tempo (oltre i tre mesi) ho un problema alla mano destra, precisamente al dito medio. Quando sollevo qualcosa di pesante sento come una scossa al dito abbastanza dolorosa, con conseguente perdita di forza nello stesso. Sento la stessa "vibrazione" (non so come definirla) anche al semplice contatto con gli oggetti. La parte superiore del dito, inoltre, ha leggermente perso di sensibilità, che io ricordi da almeno due mesi. Riesco però a piegarlo ed a muoverlo regolarmente. Ho già fatto i raggi, ma non è stata riscontrata lesione alcuna.
Di cosa potrebbe trattarsi?

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,

la prima cosa che bisogna escludere (o confermare) è un neurinoma di uno dei nervi collaterali digitali.

Si faccia prescrivere un'ecografia del dito con sonda ad alta frequenza e poi, se vuole, ci dia notizie.

Buona serata.
[#2] dopo  
Utente 337XXX

Iscritto dal 2014
La ringrazio di cuore, farò come mi ha consigliato.
Le farò sapere l'esito, intanto le auguro una buona giornata.
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Altrettanto a lei.
[#4] dopo  
Utente 337XXX

Iscritto dal 2014
Gentile Dott. Leccese,

ho fatto la visita (ETG III DITO MANO DX) con il seguente responso:

Esame eseguito con sonda lineare ad elevata frequenza.
Regolare aspetto ecografico del tendine flessore superficiale e profondo del III raggio.

Se devo essere sincera, ciò mi ha lasciata perplessa.
Mi è stato consigliato di non far ulteriori visite per non "spendere soldi", essendo probabilmente il mio malessere causato da fattori di stress, e mi è stato detto che "come è venuto se ne andrà".
Sono stata operata di tumore quattro volte, l'ultima qualche mese fa, e non sono più abituata a tralasciar le cose, pensandola in questo modo.
Il disturbo nell'ultimo periodo è inoltre aumentato e provo fastidio anche nel semplice guidare o lavarmi i denti.
Dovrei seguire il consiglio e non pensarci più, dimenticandolo, o a suo avviso c'è qualche altra visita che potrei fare?

La ringrazio per la disponibilità e la gentilezza che sta dimostrandomi.
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Cerchi di valutare se esiste un punto in particolare che, se percosso, procura una fastidiosa sensazione di corrente elettrica.
[#6] dopo  
Utente 337XXX

Iscritto dal 2014
Sì, la seconda falange, centralmente/lateralmente.
[#7] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Potrebbe trattarsi di un problema a carico di un sottile ramo nervoso sensitivo, di dimensioni tali da non essere rilevato dalla sonda ecografica, oppure un problema di tipo funzionale (non anatomico), anche questo non rilevabile ecograficamente.

Ha due alternative: aspettare almeno un altro mese, nella speranza che il disturbo si risolva spontaneamente, oppure fare una visita specialistica da un chirurgo della mano:

http://www.sicm.it/it/chirurghi-e-professionisti/i-soci/mappa-soci-sicm.html
[#8] dopo  
Utente 337XXX

Iscritto dal 2014
Buon pomeriggio Dr. Leccese,

ho fatto come da Lei suggeritomi ed ho concluso oggi le visite con un'elettromiografia che ha rilevato la sindrome del tunnel carpale.

La ringrazio di cuore per i consigli e per la professionalità!

Qualora dovesse consigliarmi altro, sarò ben felice di accettare ulteriori consigli.


Le auguro una felice giornata ed un buon lavoro.
[#9] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Altrettanto a lei.