Utente 337XXX
Salve; circa un mese fa ho subito una frattura dell'omero prossimale sx, lievemente scomposta, che ha necessitato di intervento chirurgico (riduzione e stabilizzazione con fili percutanei che entrano prossimalmente e attraversano tutta la cavità midollare dell'omero fino alla porzione distale).
Il 24 rimuoverò in day surgery questi fili, dopodiché immagino che dovrò fare un po' di fisioterapia per recuperare la funzionalità del braccio. Nel corso dell'ultima visita l'ortopedico mi ha invitato a rimuovere ogni tanto il tutore per muovere il gomito; la sera della visita ho provato a farlo ma il braccio non si muove di un millimetro; riesco solo a fletterlo lievemente se sollevato con l'altra mano.

So che ogni frattura è un caso a parte e che ognuno ha i suoi tempi, ma all'incirca quanto tempo mi ci vorrà per recuperare un po' di funzionalità tale da permettermi, ad esempio, di dismettere il tutore mentre dormo, faccio la doccia o vado in giro? Non dico guidare, peché immagino che i tempi siano luuuuuuunghissimi per recuperare in tal senso.

Gli ortopedici son stati vaghi: mi hanno assicurato una rapida ripresa, sia per la mia età (23aa) che per il sistema di riduzione applicato.

Grazie in anticipo.
[#1] dopo  
Dr. Francesco Nicolosi
24% attività
0% attualità
12% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2010
Lei e' un soggetto giovane pertanto il recupero articolare dovrebbe essere piu' rapido rispetto ad un paziente anziano.Non ho visto le rx e non avendo eseguito un esame obiettivo darle un parere preciso sui tempi della riabilitazione risulterebbe essere azzardato.A volte in base all'esame rx si potrebbero lasciare in situ i mezzi di sintesi rimuovere il tutore e cominciare la fkt , ma ogni ortopedico usa i tempi riabilitativi in base a quello che vede, in ogni modo si affidi con serenita'ai sanitari che la hanno in cura.
Auguri.