Utente 575XXX
Sono Davide, nato il 27/07/1984, un ragazzo di 23 anni, altezza: 1,67 per 63 kg, pratico palestra 3 volte alla settimana e non faccio uso di integratori.
Nell'agosto del 2006 ebbi delle infezioni, poi guarite. Feci un ecografia all'addome tutto nella norma.
15/01/08 feci un'altra ecografia in 3d all’addome (a causa dei linfonodi)il cui referto:
L’esame permette di apprezzare un fegato di volume regolare, a margini arrotondati.
Non evidenti iperplasia del lobo caudato. Struttura parenchimale omogeneamente densa, di tessitura fitta ed uniforme. Non evidenti segni di ipertensione portale in atto: porta pervia e di flusso ortodromico, a buona velocità in Color Doppler . VVBB intraepatiche regolari.
La colecisti è in sede, dismorfica, ripiegata al corpo, non dolente alla pressione anche discreta esercitata con la sonda: le pareti della ghiandola risultano ispessite, finemente dentellate allo studio in metodica tradizionale 2D. In acquisizione multiplana 3D il reperto corrisponde a pliche spesse, grossolane, con multipli aggetti endoluminali di natura polipoide, interessanti in particolare la regione del corpo e l’infundibolo: poco meno di una decina di polipi sono evidenti lungo il perimetro mucoso. Di questi solo alcuni presentano dimensioni relativamente significative (4.8 -3.4-3.2 mm), gli altri rappresentano minime estroflessioni della mucosa. Nessuno dei polipi presenta caratteri atipici: in particolare risultano di profilo rotondeggiante, con esile colletto di adesione alla parate. La parate di adesione risulta sempre ben definibile nei singoli strati, non si apprezzano poli vascolari né segni comunque di iper-vascolarizzazione di parete. Non si apprezzano calcoli né deposito di sabbia biliare endolume. Coledoco regolare, di lume libero nel tratto esplorabile.
Milza regolare per volume e struttura. Pancreas regolare per forma volume e struttura, conservati i rapporti vascolari della ghiandola. Wirsung sottile e di calibro regolare.
Non evidente linfadenopatia a livello dell’ilo degli organi ipocondriaci né a livello delle stazioni esplorabili dell’addome. Non evidente versamento libero in peritoneo.
Si apprezza normale meteorismo colico con segni di valida peristalsi.
Si apprezzano reni in sede: presentano regolare forma volume ed orientamento, senza apprezzabili incisure marginali. Rapporto corticomidollare conservato: la corticale presenta fine omogenea riflettività, risultando ipoecogena rispetto al parenchima epatico e splenico assunti come riferimento standard. Lo spessore della corticale è nella norma. A destra si apprezza modesta calicopielectasia che persiste, a differenza del rene contro laterale, anche dopo deplezione vescicale: le pareti della pelvi e dei calici di I ordine risultano ispessite e finemente dentellate da verosimili esiti del pregresso episodio pielonefritico riferito. Sempre a destra, non a sinistra, si apprezza qualche minuto spot ecogeno all’apice delle papille de micro litiasi.
Ureteri regolari nel tratto esplorabile ( prossimale, iuxtavescicale ed intramurale: la porzione bassa degli ureteri lombari non è riconoscibile con ultrasuoni salvo che nel caso dsi importante ureterectasia). La vescica, esaminata con metodica tradizionale ed in acquisizione multi planare in 3D volumetrico, risulta in sede, di capacità fisiologica, a pareti elasticamente distendibili, indenni da lesioni di natura vegetante od infiltrante. Non evidenti calcoli endolume né comunque componente corpus colata in sospensione. Regolare l’eiezione dell’urina in vescica allo studio mirato in Power Color : getto sincrono e di regolare direzione e potenza.
Prostata nei limiti volumetrici e strutturali della norma.

Il reperto indica pertanto una situazione di colecistosi iperplastica adenomiomastica da rivalutare nel tempo e modesta modificazione del rene destro compatibili con esiti di pregresso processo pielonefritico.”

Dopo sei mesi ho ripetuto l ecografia
 ECOGRAFIA DELL’ADDOME ; ECOGRAFIA TIROIDEA E DEI LINFONODI ASCELLARE SINISTRO E INGUINALE SINISTRO del 03/07/08:

L’esame permette di apprezzare un fegato nei limiti della norma quanto a volume e struttura.
VVBB intraepatiche regolari. La colecisti è in sede, irregolarmente piriforme, modicamente dolente alla pressione mirata esercitata con la sonda: presenta pareti spesse con multipli numerosi minuti adenomiomi di parete. I maggiori insistono in prossimità dell’ infundibulo (4.8-4.2-4.6 mm); si apprezzano inoltre numerosi nodulini di 1-2 mm lungo le pliche mucose, spesse e grossolane allo studio in 3D. Nel lume non si apprezzano calcoli né sabbia biliare. Coledoco regolare, di lume libero nel tratto esplorabile. Milza regolare per volume e struttura. Pancreas regolare per forma volume e struttura, conservati i rapporti vascolari della ghiandola. Wirsung sottile e di calibro regolare.
Non evidente linfoadenopatia a livello dell’ ilo degli organi ipocondriaci né a livello delle stazioni esplorabili dell’ addome. Non evidente versamento libero in peritoneo. Si apprezza normale meteorismo colico con segni di valida peristalsi. Si apprezzano reni in sede: presentano regolare forma volume ed orientamento. Non evidenti incisure marginali. Rapporto corticomidollare conservato: la corticale presenta fine omogenea riflettività, risultando ipoecogena rispetto al parenchima epatico e splenico assunti come riferimento standard. Lo spessore della corticale è nella norma. Le vie escretrici risultano presentare fisiologico orientamento e distensione. Non si apprezzano al controllo attuale i caratteri di tipo flogistico segnalati a carico del rene dx a gennaio u. s. . Non risultano peraltro presenti calcoli né microcalcoli. Regolari i due surreni.
Vescica indenne da lesioni di parete, elasticamente distendibile.

ECOGRAFIA TIROIDEA E DEI LINFONODI ASCELLARE SINISTRO E INGUINALE SINISTRO.
La tiroide appare in sede, di volume nei limiti alti della norma, di aspetto bilobato simmetrico. La struttura ghiandolare evidenzia una tessitura accentuata da verosimile tiroidite cronica ( aspetto “ a vetro smerigliato”). Non apprezzabili definite formazioni nodulari ne “foci migranti” di infiltrazione linfocitaria. In lato cervicale apprezzabili piccoli linfonodi reattivi non superiori al centimetro.
Si esaminano anche i linfonodi segnalati in cavo ascellare sinistro (13.5mm di asse maggiore) ed in sede inguinale sinistra (12.5 mm di asse maggiore) presentano conservato rapporto tra gli assi, corticale poco riflettente, complesso ecogeno centrale regolare con polo vascolare unico poco arborizzato, come da verosimile linfadenopatia reattiva senza caratteri di franca atipia.

Cosa consigliate di fare? Continuo a tenere gli adenomiomi sotto controllo, oppure di asportare la colecisti???
Grazie



Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
In genere gli adenomi inferiori al centimetro asintomatici non richiedono colecistectomia, tuttavia nel suo caso la presenza di multiple neoformazioni potrebbe far orientare verso un ' indicazione alla colecistectomia, aspetto tuttavia da discutere con il chirurgo personalmente valutando attentamente pro e contro della scelta. Auguri!