Utente 337XXX
Salve ho 39 anni 85kg ho una valvola bicuspide, W P W ho avuto due ablazioni prendo rytmonorm e seloken da anni per fortuna asintomatico e coartazione aortica corretta a 4 anni. Max residuo 20mmHg.
La valvola attualmente con insuff. moderata aorta ascendente ectasica 45mm, ventricolo sx di aspetto globoso 69 mm con funzione di pompa 50-55%.
L'eco del 2000 (14 anni fa') l'insuff. lieva moderata con ventricolo 60mm FE 60%
Sintomi che avverto negli ultimi anni a volte dispnea, affaticamento a volte capogiri e pulsazioni alla testa.
Vorrei sapere per la mia salute se sarebbe necessario un intervento cardiochirurgico riparativo o di sostituzione e se riusciro' a tornare con un cuore normale?
Ho una famiglia e tanta voglia di vivere non vorrei avere problemi in futuro...
Cosa mi consigliate?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Caro signore assumere in maniera associativa Seloken e Rytmonorm per un WPW è un "non sense"....tralaltro questa associazione può essere responsabile dei suoi sintomi perchè può determinare un eccessivo rallentamento dei battiti. Altra perplessità è il fallimento della terapia ablativa (tralaltro 2 procedure)...In mani esperte la percentuale di successo è molto vicina al 100%...strano che sia fallita proprio nel suo caso. Infine il problema aortico sembra abbastanza stabile e poco compatibile con i suoi sintomi attuali. Per il momento personalmente non ritengo sia necessario prendere in considerazione l'intervento chirurgico, ma forse un'ablazione con un operatore particolarmente esperto si....
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 337XXX

Iscritto dal 2014
Grazie per la risp. Dr. Rillo,
le spiego meglio dall`eta` di 14 anni sono iniziate le crisi aritmiche (Tachicardie parossistiche e F.A. sostenute con lunga durata). In cura con Flecainide ma sintomatico.
Prima ablazione Monaldi anno 2000 esito parziale essendo vicina a fasci di conduzione normali. La preecitazione divento` intermittente sempre sintomatico prendendo sempre flecainide. Anno 2005 seconda ablazione Clinica di Brescia OME precedura ben riuscita fascio di kent bruciato. Ma le crisi non tardarono ad arrivare. Quindi costretto a riprendere terapia ma a questo punto si volle provare Rytmonorm + seloken effetto dopo 15 anni di sofferenze perche` le crisi erano notevoli e fortunatamente sono asintomativo da 9 anni.
Quindi puo` ben capire che ho timore di cambiare terapia o sottopormi ad altre manipolazioni e in piu` mi sono affidato alle migliori mani sul territorio nazionale.
Per il discorso dei farmaci lei mi consiglierebbe di provare solo Rytmonorm e pensa che questi farmaci possano anche peggiorare la mia dilatazione ventricolo sx?
Per la cardiopatia lei mi conferma che non necessito al momento un intervento e non rischio lo scompeso cardiaco dovuto alla funzionalita` della pompa del vsx?
La ringrazio di cuore e mi farebbe piacere anche altri pareri....
Grazie mille,
Domenico.
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Il Rytmonorm in un cuore con VS dilatato può essere responsabile di effetti "pro-aritmici" più importanti dell'aritmia che tratta...Il betabloccante associato può essere causa di riduzione importante delle frequenze cardiache .....
Non sò cosa dirle....Quello che le ho fatto presente è la mia opinione a riguardo (...e sono 25 anni che opero nel settore dell'aritmologia, avendo operato in centri di fama nazionale).
Saluti
[#4] dopo  
Utente 337XXX

Iscritto dal 2014
Bhe` penso che a nessuno fa piacere assumere farmaci o che non siano privi di effetti collaterali ma quando sono strettamente necessari a dosi controllare e con un regolare monitoraggio holter sicuramente l`efficacia e` giustificata per una qualita` di vita accettabile.Ricordo che da 9 anni sono asintomatico. Se ci fossero alternative valide senza sottopormi ad altri strazi come le ablazioni o indagini elettrofisiologiche ben venga.
Per il quadro cardiaco della dilatazione vsx 6.9 mm e valvola inf. moderata aorta ascendete 4.4mm mi conferma che posso stare tranquillo senza rischiare che la funzionalita` di pompa possa peggiorare?