Utente 338XXX
Buonasera gentili dottori,
sono una ragazza di quasi ventitré anni e vi scrivo per ricevere un vostro consulto.
Premetto che non fumo (sebbene io sia esposta, ahimè, a fumo passivo causa genitori), non bevo e seguo un'alimentazione sana e corretta.
Dopo anni che conducevo una vita sedentaria, ho ricominciato ad andare a camminare la sera, soprattutto perché in questi ultimi due anni, dopo che compivo sforzi appena un po' pesanti, subito avvertivo delle aritmie.
Ho eseguito vari accertamenti cardiologici, ovvero un ECG, un ecocardiodoppler e un ECG da sforzo ergomassimale; tutti questi accertamenti si sono rivelati positivi, l'unico appunto che il cardiologo ha fatto un test ergonometrico da sforzo è che il mio recupero è un po' lento. Da qui la decisione di ricominciare a fare attività fisica (per l'appunto, camminate).
Vi scrivo perché stasera, di rientro dalla mia camminata, ho avvertito varie extrasistole una volta distesa a letto; premetto che le uniche altre volte che ho mai avvertito questa sensazione di "battito mancato" è, a volte, il giorno prima del ciclo mestruale o alla fine (situazione ancora più rara). Preciso che oggi è anche l'ultimo giorno di ciclo. La mia domanda è: alla luce degli accertamenti effettuati, ho motivo di preoccuparmi di queste extrasistoli?
Concludo dicendo che sono una persona con problemi di gestione d'ansia ma sto già vedendo una specialista per risolvere questo mio problema.
In attesa di una vostra risposta, vi porgo cordiali saluti e ringrazio anticipatamente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Non ha motivi per preoccuparsi...le sue extrasistoli sono benigne e sappi che sono presenti in una percentuale molto alta della popolazione sana...
Saluti cordiali