Utente 126XXX
Buongiorno Dottori. Dopo aver sofferto per alcuni anni di stanchezza persistente, caduta dei capelli, acne sono giunta alla diagnosi di insulino resistenza, per la quale il medico che mi ha in cura mi ha prescritto 1 bustina di Redestop per 6 mesi prima di colazione e 1 dieta ipocalorica.
Vi scrivo gli esami fatti. Allora:
- prelievo ematico per definizione del profilo metabolico: colesterolo tot 4.21 mmol/L (desiderabile <5.18), LDL 2.9 mmol/L (desiderabile <3.34), HDL 0.84 mmol/L (desiderabile >1.04), trigliceridi 1.0 mmol/L (desiderabile <1.69), glicemia 3.9 mmol/L (vn 3.7 - 5.6);
- OGGT per insulina e glicemia:
- INSULINA: tempo 0 = 5, tempo 15 = 61.8; tempo 30 = 100; tempo 60 = 88; tempo 90 = 41;
CORTISOLO pl nmol/L: tempo 0 = 4.5; tempo 15 = 8.7; tempo 30 = 9.6; tempo 60 = 7.1; tempo 90 = 5.5
A 120 minuti i valori non sono stati misurati perchè l'agocanula si è otturato.

I 6 mesi dall'inizio dell'assunzione del Redestop sono finiti ma io non mi sento affatto bene. Ammetto però che non ho seguito costantemente la dieta prescrittami, soprattutto in questo ultimo periodo. Tra l'altro, solo navigando in Internet in questi giorni ho scoperto che avrei dovuto unire al tutto un quotidiano esercizio fisico che non ho mai fatto.
Vi scrivo per sapere se è utile ripetere gli esami fatti ma soprattutto come vedete il mio quadro clinico. Ciò mi è importante perchè sono molto in ansia, visto che ho letto che l'insulino resistenza porta al diabete e un parente di 1mo grado soffre proprio di diabete mellito di tipo 2. Vorrei capire con il mio attuale quadro clinico come sono messa rispetto a questa eventualità. Grazie mille per l'attenzione

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Raffaele Mocciaro
20% attività
0% attualità
0% socialità
TREMESTIERI ETNEO (CT)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2012
una delle cause che determinano insulinoresistenza è l'ovaio policistico; consiglio di praticare una ecografia pelvica