Utente 282XXX
Salve,vi scrivo per un consulto che non riguarda me in prima persona ma mio padre e non sappiamo più in che direzione andare.I suoi problemi di fibrillazione iniziano qualche anno fa, dopo aver mangiato un frutto si sentì male,il cuore andò in fibrillazione e dovette andare al pronto soccorso.Lì venne monitorato per qualche giorno e quando i battiti rientrarono nella norma venne rimandato a casa.Gli episodi si facevano sempre più frequenti e così iniziò il suo iter di visite.Dopo aver eseguito gastroscopia(tutto nella norma),elettrocardiogramma(normale),ecocardiogramma(normale),ecografia addominale completa(normale),ecografia tiroidea(normale),tac encefalo(normale),visita pneumatologa(normale),visita otorino-laringoiatra(normale)e tutte le analisi del sangue complete risultate nella norma, decide di andare da un cardiologo.Questi dopo averlo esaminato attentamente opta per un'ablazione e si ritiene soddisfatto dell'esito.Da quel giorno in poi si imbottisce di farmaci e deve eseguire continuamente gli esami della coagulazione del sangue(mi sfugge il nome), e se devo essere sincera la situazione sembra essere peggiorata. Gli episodi di fibrillazione sono aumentati decisamente( 5 al mese).Lui si sente mancare l'aria,non riesce a camminare e da lì parte la fibrillazione che per fermarla necessita di un ricovero ma la cosa che più ci innervosisce è che tutti ci dicono che non è nulla,che è sano come un pesce....non sappiamo più che fare anche perchè non si può vivere così o per lo meno non può vivere così! Ah dimenticavo di dire che durante la gastroscopia è stato trovato l'Helicobacter che nonostante vari cicli di antibiotico non riesce a debellare.Noi in famiglia ci chiedevamo: non può essere che questi episodi dipendano da qualche problema gastrico?e se fosse il nervo Vago? scusatemi se azzardo tali ipotesi ma veramente non sappiamo più in che direzione andare! Grazie per la Vostra attenzione

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
L'ablazione della Fibrillazione atriale è l'unica terapia che può dare risultati validi nell'ostacolare o eliminare questo tipo di aritmia... i risultati però dipendono anche dalla tecnica applicata e dall'esperienza dell'operatore e di centri in Italia con grande esperienza ce ne sono pochi...E' anche vero che a volte per ottenere un risultato migliore occorre ripetere la procedura di ablazione per completare quello che è stato fatto durante il primo intervento .
Cordialmente