Utente 230XXX
Salve,
dopo aver fatto l'ennesimo tentativo per capire quale fosse il problema vi scrivo per cercare di capire se effettivamente devo arrendermi a questa condizione oppure è possibile migliorarla.
Il mio problema, che mi crea imbarazzo, è la potenza del getto eiaculatorio che è pari a zero. Il mio seme viene fuori sgorgando come da una fontanella senza pressione. Cola lungo l'asta, in pratica.
Mi avevano detto che questo poteva essere dato da uno stimolo erotico basso e da frequenti eiaculazioni, quindi ho provato a non eiaculare per giorni e però il risultato è stato quasi lo stesso. Il getto c'è stato solo una volta, non troppo forte, poi fontanella come prima.
Vorrei sapere se nell'emissione dello sperma è coinvolta una qualche muscolatura e se è possibile che io l'abbia compromessa, magari stando troppo seduto o a causa dell'essere sovrappeso.
E' una cosa che mi crea notevole disagio, soprattutto perché ho quasi sempre partner occasionali e rimangono "stupite" nel vedere che la mia potenza è inesistente da quel punto di vista (inutile scendere in dettagli che tutti potete immaginare, non auspico una carriera nel porno ma credo che tutti abbiano diritto anche a fare le loro "porcherie" senza sentirsi in imbarazzo).
Cosa potrei fare? Ho letto di esercizi per la contrazione della prostata, funzionano? Può essere che io abbia una stenosi a livello uretrale? Quando eiaculo sento come se il getto si "strozzasse" un attimo prima di uscire, il che ovviamente frena la potenza.
E' possibile che praticando ripetutamente e per anni (anche in fase masturbatoria) il coitus interruptus io abbia compromesso questa naturale propensione che in tutti gli uomini c'è (basta guardare un po' di video anche amatoriali su internet per capire che è un problema solo mio)?
Il fatto che quando "vengo" io non emetta praticamente suoni può indicare una naturale propensione a "non lasciarsi andare" che magari potrebbe frenare il getto?
Grazie e spero soprattutto di essere preso sul serio perché è una cosa che mi crea disagio.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Enrico Conti
44% attività
0% attualità
16% socialità
ALBA (CN)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2011
L'eiaculazione è un atto complesso che prevede il contemporaneo funzionamento di meccanismi di tipo balistico. Quando lo sperma raggiunge l'uretra prostatica (inizio dell'eiaculazione) lo sfintere vescicale liscio si chiude fortemente per evitare che lo sperma vada verso la vicina vescica urinaria. La contrazione della muscolatura prostatica e perineale (muscoli ischio e bulbo-cavernoso) spremono letteralmente l'uretra in avanti determinando il fiotto (i fiotti) eiaculatori.

Le acuse di una eiaculazione torpida possono essere molte: ormonali, anatomiche, insufficienza muscolare, farmacologcihe. Ci vuole un uro-andrologo esperto per fornirLe una valutazione adeguata e(se c'è) una possibile soluzione. Cordiali saluti