Utente 733XXX
Salve a tutti, assumo la pillola anticoncezionale Yasminelle da sette mesi e,a causa di una cistite recidiva, mi trovo costretta ad assumere per cinque giorni di seguito e poi per cinque settimane, un confetto alla settimana, l'antibiotico Prixar. I primi tre giorni (dei cinque consecutivi) della terapia sono coincisi con gli ultimi tre di sospensione della Yasminelle, quindi ho assunto due confetti di antibiotico i primi due giorni del nuovo ciclo. Mi interesserebbe conoscere eventuali interazioni che possano ridurre l'efficacia contraccettiva, tra la pillola e l'antibiotico e se devo adottare un metodo contraccettivo aggiuntivo e per quanto tempo, sia nella prima, che nella seconda fase della cura. Ringrazio in anticipo.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Alfredo Vannacci
24% attività
0% attualità
16% socialità
FIRENZE (FI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
molti antibiotici interagiscono con i contraccettivi orali in quanto ne modificano il metabolismo. In pratica assumendo entrambi i farmaci nelle dosi normali, la concentrazione nel sangue del contraccettivo può diminuire, e a volte potrebbe non essere sufficiente per inibire l'ovulazione.
Nel caso Prixar-Yasminelle questo rischio è molto basso, ma non è assente. Oltretutto assumendo solo un confetto la settimana il rischio è pressoché trascurabile.
Ciò non ostante, se vuole essere più sicura, la cosa migliore è utilizzare contemporaneamente anche un altro mezzo contraccettivo.
Cordiali saluti,
[#2] dopo  
Utente 733XXX

Iscritto dal 2008
Innanzitutto ringrazio della sollecita risposta. Non mi è chiaro però come devo comportarmi e per quanto tempo in relazione alla terapia dei cinque giorni continuativi e inoltre, posso aspettarmi mestruazioni regolari o qualche ritardo?
[#3] dopo  
Dr. Alfredo Vannacci
24% attività
0% attualità
16% socialità
FIRENZE (FI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
In realtà, data la scarsità della interazione, non dovrebbe aspettarsi alcun effeto. Quindi mestruazioni regolari, assenza di sanguinamenti intermestruali o ritardi. Sarebbe anzi il caso di recarsi dal proprio curante per una rivalutazione della terapia, ne caso notasse questi segni(ma difficilmente accadrà).
D'altra parte, non potendoci mai essere la certezza assoluta, utilizzerei comunque anche un altro mezzo contraccettivo per non correre il rischio, seppure bassissimo, di una gravidanza indesiderata.
[#4] dopo  
Utente 733XXX

Iscritto dal 2008
mi scusi se insisto, ma la paranoia sta prendendo il sopravvento.. ora mancano sei giorni all'arrivo delle mestruazioni e io, da quattro ho ripreso ad avere rapporti completi protetti solo dalla pillola (prima di allora mi sono affidata al coito interrotto. posso stare tranquilla o ho peggiorato le cose?