Utente 338XXX
Buongiorno, mio suocero 69 anni a giugno ha subito un piccolo intervento e gli sono stati inseriti 6 stent,circa 10 giorni fa eè stato ricoverato d urgenza perché due dei sei stent si sono chiusi e nn sanno darci una motivazione, ora ci dicono che il cuore gli lavora al 20% e sono indecisi sul da farsi.... tra le diverse opzioni sono angioplastica, bypass o mettere altri stent, ora visto la forte incertezza dei medici probabilmente dovute nn a loro incapacità ma a carenza della struttura ospedaliera (Goretti di latina) noiparenti come dobbiamo comportarci? A chi possiamo rivolgerci? È in condizioni di poter essere trasportato in una struttura adeguata?
Grazie per chi saprà aiutarci
[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Iaci
32% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Non è possibile darle una risposta molto precisa, vista la mancanza di immagini coronarografiche e dati specifici sulla contrattilità cardiaca e condizioni cliniche del paziente.

In linea di massima, in situazioni del genere, converrebbe se fosse possibile, provare a risolvere tutto senza ricorrere alla chirurgia.

Sarebbe meglio in ogni caso, provare a farlo trasferire in un Ospedale con Emodinamica e Cardiochirurgia a Roma, in modo da poter provare ad avere disponibili allo stesso tempo entrambe le possibilità.


GI