Utente 337XXX
Salve mi è stata diagnosticata una fuga venosa.
Il medico era molto sicuro.
La soluzione definitiva è solo la chirurgia?
Ma per chirurgia si intende protesi peniena o legatura venosa?
Perche la seconda scelta a parere del mio andrologo puo portare vantaggi ma a volte la guarigione non è definitiva.
Questa cosa mi sta distruggendo psicologicamente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

forse raccontandoci la sua storia clinica cercando anche di riportarci l'esame che ha diagnosticato la sua fuga venosa, potremmo cercare di consigliarla e quindi aiutarla anche psicologicamente.

Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Utente 337XXX

Iscritto dal 2014
La ringrazio per la disponibilita dottore.
Ho eseguito l ecodlopper dinamico con pge1 10 mg.
La fuga venosa mi è stata accertata dal medico.
Quando sono da solo in fase di masturbazione appena raggiungo la rigidita massima questa sparisce appena smetto di stimolarla nel giro di pochi secondi come un palloncino bucato.
Idem se sono con la ragazza.
Con i farmaci la situazione è leggermente migliore perche questi mi assicurano un maggior afflusso di sangue nelle zona peniena ma non sono sufficienti a garantire il mantenimento dovuto.

Grazie e cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.le utente

da questa postazione non possiamo che consigliarla di seguire le indicazioni del suo specialista che oltre ad aver valutato l'ecodoppler conosce anche la sua storia clinica.

un cordiale saluto
[#4] dopo  
Utente 337XXX

Iscritto dal 2014
Ok la ringrazio.

Le volevo chiedere un parere.
In caso di fuga venosa un anello fallico alla base del pene puo essere utile?

Cordiali saluti.