Utente 133XXX
Salve,
Pochi giorni ho provato uno tipo di profilattico ritardante il quale contiente Benzocaina(4,5%).
Volevo chiederVi se tale anestetico puo' comportare problemi a lungo andare sia per l'organo genitale maschile e per l'organo genitale femminile e se inoltre puo' comportare patologie infiammatorie o problemi di altro tipo.

Vi Ringraziando in anticipo della gentilezza e disponibilità

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
potrebbe portare se usato di frequente a causa della lunghezza del rapporto ad un infiammazione, ma se usato sporadicamente non ha controindicazioni
[#2] dopo  
Utente 133XXX

Iscritto dal 2006
Per capire se si soffre di disturbi di eiaculazione prococe si puo' capire attraverso l'uso del profilattico ritardante? Ossia se il rapporto con un normalissimo profilattico in lattice non dura a lungo e con il profilattico ritardante dura molto di piu' tale problema potrebbe essere dovuto ad una questione fisiologia e non patologica? Capita che in base al tipo di profilattico che uso ho una maggiore sensibilità della parte e mi provoca problemi di controllo durante il rapporto sessuale. Non capita sempre ma dipende dalle circostanze.

Grazie di nuovo!
[#3] dopo  
Dr. Daniele Masala
28% attività
4% attualità
12% socialità
POZZUOLI (NA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
L'utilizzo del dispositivo da lei descritto in via occasionale non dovrebbe darle nessun tipo di fastidio, ma potrebbe avere delle irritazioni locali se usato normalmente. L'eiaculazione precoce si diagnostica clinicamente e non a tentativi nè tantomeno col profilattico ritardante. L'eiaculazione precoce è tale quando avviene nell'arco di pochi secondi dopo la penetrazione o addirittura quando si verifica ancora prima di iniziare il rapporto. Le suggerisco in questo senso una visita specialistica urologica / andrologica per inquadrare bene il suo caso.
[#4] dopo  
Utente 133XXX

Iscritto dal 2006
Il problema esposto dal Dr. Masala non avviene all'atto o prima della penetrazione. Ho solamente la sensazione di avere la parte posteriore piu' sensibile rispetto a 5 anni fa e che questo mi pregiudica un maggiore controllo durante l'atto sessuale. Da premettere che ho avuto un nevo verrucoso (nella parte carnosa sotto il prepuzio) che è stato bruciato attraverso la Crioterapia e mi sono accorto che inizialmente la parte era poco sensibile dopo alcune settimane è diventata molto piu' sensibile. Ho effettuato vari controlli dermatologici è il nevo sembra essere completamente scomparso ma la parte in questione ora è molto piu' sensibile rispetto a prima e, nella maggior parte delle volte mi provoca maggiore stimolo ed eccitazione. A cosa potrebbe essere dovuto?

Grazie
Cordialmente