Utente 338XXX
Mi sono sottoposta ad intervento chirurgico per "protesi interfalangea 2° dito mano sx, in artrosi" il 17/12/2013 cui hanno fatto seguito 20 trattamenti di fisioterapia. Il dito attualmente, pur essendo ancora presente edema è migliorato, ma non posso ancora usarlo perchè rimane notevolmente piegato (ricurvo) verso il basso. Allo scopo di far "raddrizzare il dito" la Fisioterapista mi ha preparato un piccolo tutore che debbo tenere sul dito in oggetto notte e giorno, ma io sono un poco perplessa al riguardo ed ho il timore che il dito non abbia a rimanere così. Vorrei perciò sapere quali e quanti sono i trattamenti medici opportuni per far sì che il mio dito ritorni il più possibile diritto e funzionale. Cordiali Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,

forse il suo fisioterapista le ha proposto un tutore statico, ma sarebbe invece opportuno un tutore dinamico, che favorisce gradualmente l'estensione articolare, dando il tempo ai legamenti retratti di allungarsi.

Inoltre, dovrebbe lei stessa fare esercizi di estensione passiva più volte al giorno.

Buona giornata.
[#2] dopo  
Utente 338XXX

Iscritto dal 2014
Gent. Dr. Leccese,
La ringrazio molto della sua risposta.
Seguirò i Suoi suggerimenti.
Cordiali Saluti
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Di nulla.