Utente 338XXX
Salve, ho praticato sport agonistico fino ad un anno e mezzo fa, ho fatto uso quotidiano di stupefacenti da circa un anno e dopo questo capodanno circa 2 mesi fa ho iniziato a percepire i seguenti sintomi:

-Dolori renali, epatici ed enterici inferiori dx
-Fame d' aria persistente con difficoltà nella respirazione e fitte intercostali
-Fitte sia puntiforme, sia radiate nella zona del fegato che al tatto risulta ingrossata sopratutto dopo pasti, accompagnata da nausea e freddo generale per circa mezzora dopo l’inizio dei pasti
-Astenia, nausea con episodi di vomito
-Confusione e disturbo della concentrazione
-Irritazione cutaneazona fianco destro, meno frequente in altre zone quali arti superiori e inferiori
-chielite angolare
-dolori ai reni durante la minzione (non sempre)
- episodi di tachicardia sui 130 BPM durata oltre un ora
- a volte urine di cattivo odore (bevo almeno 2l e mezzo al giorno)

Soffro di un prolasso della valvola mitralica non rilevante e leggera ipotensione (105/65) e ho eseguito di recente ecografia al cuore di ruotine ogni 3 anni (normale) e ecoaddome (normale) quindi niente calcoli renali o biliari.
L'inizio dei disturbi è stata un escalation di sintomi, all'inizio percepivo una forte stanchezza mai avuta, con dolori sopratutto ai reni principalmente il sx, successivamente ho iniziato a dover sbadigliare più spesso del normale per mancanza d'aria continua (successivamente gli esami del sangue confermeranno una leggera carenza di Emoglobina anche se non mi sbilancio a dire che essi sono in relazione). poi dopo circa tre settimane di persistenza dei sintomi ho iniziato con dolori al fegato con nausea durante i pasti, prima mi potevo permettere una birra o alimenti fritti invece ora se li prendo, sento il fegato gonfio, pesante e dolorante con fitte insieme a quelle renali. Feci di colore e consistenza normale. Episodi di disturbo della concentrazione e leggero mal di testa (come se fossi avvelenato) non mi permettono di proseguire gli studi. Mi sono recato dal mio curante che mi ha prescritto i seguenti esami ematochimici:
emocromo più formula
ALT, AST
VES

riscontrati emoglobina leggermente bassa ed ematocrito basso.
sempre su indicazione medica circa due settimane dopo, martedì 18 febbraio 2014 rieseguo gli esami per la persistenza dei sintomi con l’aggiunta i seguenti:
azotemia
creatinina
elettroforesi (albumina, alfa 1 globuline, alfa 2 globuline, beta globuline, gamma globuline)
bilirubina (totale, diretta e indiretta)
Ferritina
Sideremia
Transferrina
potassio
magnesio
calcemia
sodio
acido urico
acido folico
Fosfatasi alcalina
trigliceridi
vitamina B12

la settimana seguente ritiro gli esami:
riscontrato potassio leggermente alto, gammaglobuline alte, emoglobina leggermente bassa.
Ad oltre due mesi dalla comparsa dei sintomi non ci sono stati miglioramenti. Anzi ora ho sempre le mani fredde e vampate di calore nella regione del collo di cui non avevo mai sofferto.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Remo Luciani
28% attività
4% attualità
16% socialità
BENEVENTO (BN)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2012
Prenota una visita specialistica
egregio Utente,
la sua richiesta è molto articolata ed esula dalle possibilità del nostro servizio;le consiglierei pertanto di affidarsi con fiducia al suo curante e riterrei utile comunque aggiungere un'ecografia dell'addome completo. La presenza di creatinina ed azotemia nella norma escludano una pertinenza nefrologica e la dolorabilità nella zona delle logge renali non è necessariamente ascrivibile ad una problematica renale.Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Utente 338XXX

Iscritto dal 2014
eco addome gia eseguito mese scorso tutto nella norma, ma per le urine di cattivo odore? continuo a urinare con cattivo odore anche se i reni sembrano funzionanti
[#3] dopo  
Utente 338XXX

Iscritto dal 2014
nuovi esami ematochimici segnalano acido urico e fibrinogeno basso
[#4] dopo  
Utente 338XXX

Iscritto dal 2014
nuovi esami ematochimici segnalano acido urico e fibrinogeno basso e peso specifico dell esame dell urine basso