Utente 160XXX
Salve signori dottori,
vi ringrazio per la vostra disponibilità e vi espongo il mio problema. Sono una ragazza di 17 anni e in genere ho la pressione bassa (sui 90/60 o poco più) e anche i miei genitori sono ipotesi.
Ora, venerdì mattina, per andare a scuola, scendendo le scale ho sentito i battiti veloci e grande affanno, ma non ci ho fatto caso. Stessa cosa arrivata a scuola: insomma anche per fare pochi passi accusavo questa "stanchezza". Iniziata la prima ora di lezione questa tachicardia non è passata, anzi si è accentuata e non è diminuita nemmeno per un minuto. Ho iniziato ad accusare un malessere, anche dolore al petto come una pressione, soffocamento come se avessi un peso sul cuore, qualcosa che mi premesse. Un prof dunque mi ha misurato la pressione che a mio stupore era 150/60. Sono quindi tornata a casa e andata subito dal medico curante che mi ha ordinato di fare un ECG di urgenza presso il pronto soccorso: risultato nullo. Ora, il cardiologo del pronto soccorso mi ha segnato di mettere l'holter e fare le analisi del sangue FT3 FT4 THS.
Intanto però sono preoccupata, la tachicardia è diminuita e anche il dolore, ma non proprio scomparsi. Cosa può essermi successo? Puntualizzo che la tachicardia l'ho accusata appena sveglia, non in seguito ad uno stato di ansia.
Vi ringrazio, attendo risposta.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
L'aumento dei battiti cardiaci giustificato è fisiologico. Quindi non mi preoccuperei particolarmente...a 17 anni poi...intanto faccia gli esami prescritti.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 160XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio, lascio allora la domanda aperta e scriverò poi i risultati delle analisi.