Utente 266XXX
Salve,
mio padre, 79 anni, la scorsa settimana ha effettuato un intervento di angioplastica alla carotide, occlusa al 70%, non potendo fare l'intervento tradizionale perchè nel maggio 2012 ha avuto un infarto.
L'intervento è riuscito anche se con difficoltà perchè, per via della sua anatomia, non è stato facile arrivare in tempi brevi alla carotide. Gli hanno somministrato per ben due volte l'anestesia ma, alla fine, come ci ha detto il chirurgo tutto è andato per il meglio. Ora abbiamo il primo controllo tra un mese e sta eseguendo la terapia che gli hanno prescritto.
Lui si sente bene, esattamente come stava prima, solo che al momento delle dimissioni in ospedale non ci hanno detto se deve usare qualche accortezza per un pò di tempo tipo non guidare l'auto o qualunque cosa che possa compromettere l'operazione fatta da meno di una settimana. E' un uomo molto attivo per la sua età ma, io ho paura che sia presto a fare qualunque attività quotidiana. Lui si sente bene e non mi da ascolto anche perchè, come detto, il medico non si è raccomandato di nulla.
Questo è quello che gentilmente voglio sapere da voi: dopo un operazione alla carotide con stent cosa bisogna evitare di fare per i primi tempi?
Grazie.
Saluti.
[#1] dopo  
Dr. Stefano Senatore
24% attività
0% attualità
12% socialità
VAREDO (MB)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
Buongiorno, non conoscendo il caso specifico le posso dare solo delle indicazioni generali. Il singolo caso andrà poi valutato dove è stato operato. In linea di massima il paziente sottoposto a PTA e stent carotidea può svolgere esattamente le attività che svolgeva prima con l'accortezza di evitare sfozi nei primi giorni dato che per eseguire l'intervento viene punta l'arteria femorale e la complicanza locale che si può avere sono ematomi o pseudoaneursmi.
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 266XXX

Iscritto dal 2012
Grazie dottore, è stato molto chiaro.
Saluti.