Utente 327XXX
Mi scuso per il nuovo post ma sono un imbecille è sento fortemente il bisogno di aiuto..
Un mese fa ho iniziato stupidamente esercizi di jelquing, l altro ieri dopo aver terminato regolarmente gli esercizi, nn riscontravo problemi...
Ieri pero nn riuscivo ad avere un erezione e cercando di procurarmela ho avvertito un dolore sotto il glande che mi ha fatto desistere...
Oggi l assenza di erezione persiste e io mi sento uno stupido e non so proprio come muovermi e cosa fare...
Sto cercando di prenotare una visita andrologica, pero ho bisogno di un parere a caldo che mi tranquilizzi o se è grave che mi spinga a agire in fretta
Vi scongiuro aiutatemi...

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

non si faccia prendere da furie ed ansie inutili ma, senza perdere altro tempo prezioso su internet, ora bisogna sentire in diretta un bravo andrologo.

Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 327XXX

Iscritto dal 2013
Avro una visita androcrinologica a breve ma mi sento tanto stupido...
e ho paura di aver fatto un danno davvero grave perche ora avverto anche dolori sporadici lungo il pene nonche ....
Spero di non dovermi sottoporre ad un intervento chirurgico...
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Tranquillo ed ora bisogna sentire che ci dice il suo andrologo.

Cordiali saluti.
[#4] dopo  
Utente 327XXX

Iscritto dal 2013
Potreste togliermi un dubbio per stare piu tranquillo nell attesa del colloquio!?
é possibile autoinfliggersi traumi che pregiudichino per sempre l attivita del pene e a cui non è possibile porre rimedio!?
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Certo che è possibile... se si cade nella rete di messaggi scorretti.
[#6] dopo  
Utente 327XXX

Iscritto dal 2013
La sua affermazione mi distrugge... ho solo 19 anni come posso solo immaginare di riuscire a trascorrere il resto dell vita senza un minimo di attivita sessuale....
Da cio che leggo su internet mi sembra ormai impossibile, dopo nn aver un erezione da almeno 5 giorni, che le cose possano tornare come prima o che sia solo un danno marginale!!
O almeno che si possa rimediare in qualche modo!!
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
La soluzione a questa caduta è quella di smettere una lettura acritica di notizie ottenute da internet e finalmente sentire in diretta almeno il suo medico di fiducia e poi eventualmente anche il suo andrologo di riferimento.
[#8] dopo  
Utente 327XXX

Iscritto dal 2013
Egregi dottori, dopo l opportuna visita andrologica rimango un po perplesso...
Difatti dopo aver effettuato l ecodoppler penieno dinamico senza riscontrare lesione o anomalia alcuna ai corpi cavernosi, la diagnosi dell andrologo risulta essere un "ipertono adrenegico ansiogeno causante vasospasmo delle arterie"... in poche parole riconosce nei miei disturbi una causa prettamente ansiosa...
Mi viene prescritto levitria da 20 mg e neurassial( per la sensibilità che tendeva a scomparire) per due mesi con successiva visita di controllo e mi manda a casa senza tanti fronzoli...
Il problema è che io non credo sia dovuto ad un fatto ansioso e nonostante l ecodoppler non ha rilevato niente continuo ad avvertire degli indurimenti sulla parte dorsale sinistra e una sempre piu marcata inclinazione verso sinistra che gia prima avevo ma che si è accentuata....
Cosa mi consigliate di fare!?
[#9] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

da qui non possiamo capire a pieno le sue perplessità ma, se ci sono dubbi sulle indicazioni ricevute, è sempre bene sentire in diretta eventualmente anche una terza campana.

Ancora cordiali saluti.
[#10] dopo  
Utente 327XXX

Iscritto dal 2013
Egregi dottiri...
Dopo aver effetuttato per circa due mesi la terapia datami la situazione sembrava essersi ristabilita....
Ma all improvviso senza alcuno spiegabile motivo ieri è ricomparso quel fastidioso indurimento sulla parte dorsale sinistra del pene, esattamente alla base....
è come se ci fosse un tessuto piu duro sotto la pelle...e il corpo cavernoso sinistro sembra come atrofizzato... infatti durante l erezione( che sono meno rigide e durature anche di pochi giorni prima) sembra che quest ultimo non si gonfi cm l altro corpo cavernoso ma rimanga duro e sgonfio...
Ora dato che l ecodoppler ha escluso la presenza di tessuto cicatriziale o placche mi appello alla vostra onesta opinione dato che il mio andrologo sembra perda un anno di vita ogni volta che da una spiegazione, e mi ha lasciato nn poco perplesso
P.S. Ricordo che per due mesi la situazione era migliorata notevolmente e pensavo di aver risolto questo problema definitivamente...
attendo risposte e vi ringrazio in anticipo....
[#11] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

purtroppo in questi casi, senza una valutazione clinica diretta, è impossibile formulare una risposta corretta, cioè capire la vera causa del suo problema clinico, se di problema si tratta, e dare quindi una indicazione su quali passi successivi fare sia a livello diagnostico ma soprattutto terapeutico.

Bisogna, a questo punto, riconsultare in diretta il suo andrologo di fiducia.

Un cordiale saluto.
[#12] dopo  
Utente 327XXX

Iscritto dal 2013
Preciso la situazione....
Esattamente tre mesi fa dopo quei malaugurati esercizi ho effettuato l ecodoppler che non ha riscontrato danni se non una modesta inclinazione acquisita in conseguenza di quelli sciagurati esercizi...
Dopo aver seguito la terapia di levitra 20mg 2 volte a settimana per riparare i "traumi" riportati la situazione sembrava essersi stabilizzata ad eccezzione di una riduzione della potenza nell eiaculazione e attenuazione delle sensazione a essa connesse
Dopo due mesi ho avvertito un dolore a lato del pene con conseguente indolenzimento e incurvamento del corpo cavernoso sinistro che sembrava aver perso di elasticita sopratutto allo stato flaccido...
Tempo una settimana la situazione è mutato nuovamente in peggio.
Si è verificata una torsione le pene sinistra annessa ad una curvatura sempre piu accentuata allo stato flaccido ma visibile anche in erezione,
tutto cio connesso a difficolta a ottenere erezione rigide e a mantenerle(l eiaculazione pero è tornata normale) e a un restringimento in volume del corpo cavernoso sinistro.
Ora dopo una valutazione neuro andrologica che ha escluso eventuali danni ai nervi mi è stato prescritto una cura di cialis 10 mg...
Ora cio che piu mi preoccupa è che il pene possa ruotare di nuovo e in paricolare che possa accentuarsi la curvatura che sembra focalizzarsi in un punto alla base inferiore del pene che sembra una placca anche se il dottore ha detto che alla mia eta è impossibile trovare fibrosi....
A cosa puo essere dovuta questa situazione dopo quasi due mesi di tranquillita e normalita?!
è possibile che ci sia stato un qualche altro trauma che possa aver reso inadeguati i risulati dell ecodoppler?!
Ma sopratutto arrivati a questo punto come dovrei muovermi?!
considerando che ho speso un sacco di soldi è la situazione è peggio di prima nonostante io scoppi di saluta a detta del dottore!!
[#13] dopo  
Utente 327XXX

Iscritto dal 2013
Inoltre proprio ora noto una macchia scura alla base del pene nel punto dell indurimento...Cosa potrebbe essere
Vi ringrazio nuovamente per le eventuli risposte e per il vostro tempo dedicatomi.
Distinti saluti.
[#14] dopo  
Utente 327XXX

Iscritto dal 2013
Oggi è anche comparso un rigonfiamento al lato della parte dove sta curvando...
Consigliatemi non so che cosa fare anche perche il mio andrologo non tornerà che fra settimane!!
[#15] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

in questi casi clinici difficili e complessi è sempre bene, se non presente il suo andrologo di riferimento, sentire almeno il suo medico di famiglia, senza perdere altro tempo prezioso su internet.

Un cordiale saluto.
[#16] dopo  
Utente 327XXX

Iscritto dal 2013
Dopo aver riscontrato anche problemi a mantenere l erezione, in particolare a mantenere il glande rigido ho eseguio un altro
esame ecocolodoppler penieno dinamico con 10mg di prostaglandina.
I risultati sono stati i seguenti:
Tessuto cavernoso ad ecostruttura lievemente disomogenea a sinistra per presenza di tralci fibrotici
Assenza di placche fibrotiche a livello albugineo
setto intercavernoso regolare privo di placche
Shunt dorso cavernoso destro con flusso di 92 cm/sec
VDP di 1,7 mm di calibro con flusso di -12 cm/sec che si interrompe durante l esecuzione di manovre kegel.
L andrologo mi ha prescritto cialis 5 mg per 3 volte a settimana per tre mesi unito a trental 400 mg per 3 mesi per sciogliere la fibrosi...
Piu esercizi giornalieri kegel per la shunt..
Dunque mi chiedo questa fuoriuscita di sangue durante l erezione è grave e potrebbe problemi ben piu gravi in futuro?! Si puo risolvere e potro tornare ad avere erezioni come un tempo?
Confido nella vostra preparazione e mi pongo in attesa di esaustive risposte
Distinti saluti
[#17] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

segua ora attentamente l'indicazione terapeutica ricevuta dal suo andrologo; potrebbe essere la strada corretta per risolvere definitivamente il suo problema clinico.

Un cordiale saluto.
[#18] dopo  
Utente 327XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio molto per l aiuto che mi sta dando...
Inoltre vorrei avere se possibile qualche informazione in piu su questo "shunt"...
Cos 'è di preciso?! è risolvibile?! E dai risultati il mio caso le sembra preoccupante o di facile risoluzione!?
Distinti saluti

[#19] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

sulla natura del suo "shunt" e le sue possibilità terapeutiche con relativa prognosi purtroppo, da questa postazione, non posso dirle molto, senza una valutazione clinica diretta; solo il suo andrologo di riferimento, in questo particolare frangente, le può dare tutte le indicazioni precise e corrette che lei qui mi chiede e quindi a lui la rimando.

Ancora un cordiale saluto.

[#20] dopo  
Utente 327XXX

Iscritto dal 2013
Mi duole distrubarla ancora ma dato che vedro l andrologo solo tra una settimana mi preme sapere se in casi generali di fuga venosa( che tra l altro è comparsa solo da un paio di settimane a distanza di circa 2 mesi dagli esercizi) è possibile eliminare definitivamente il problema (contando sulla facilità di recupero della mia giovane) età oppure a quanto leggo è una di quelle patologia a cui non c è rimedio!?
Distinti saluti.
[#21] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Le ripeto per l'ennesima volta che prima di arrivare a definire una possibile prognosi, cioè lo sviluppo clinico di una eventuale patologia, bisogna essere sicuri che questa ci sia e capire per bene la vera causa , il grado che questa disfunzione ha; tutto questo complesso lavoro passa da "una valutazione clinica diretta e questa solo il suo andrologo di riferimento la può f e quindi darle tutte le indicazioni precise e corrette che lei qui mi chiede; quindi a lui la rimando ancora una volta.

Ancora un cordiale saluto.