Utente 338XXX
Salve, sono una ragazza di 25 anni e volevo porvi una domanda. Circa sei anni fa, mio padre (all'epoca 46 enne) è stato operato di triplice bypass coronarico, a causa di un'ischemia coronarica. Solo dopo si è scoperto soffrire di ipertensione. Dopodichè mi è stato consigliato di eseguire le analisi genetiche per vedere i vari fattori di mutazioni che sono risultati tutti negativi rispetto a quelli di mio padre. Ad ottobre, ho iniziato a soffrire di vari dolori nel lato sinistro del petto, e in preda al panico ho eseguito esami per tiroide, negativi,analisi del sangue, negative. Due elettrocardiogramma e due ecocardiocolordoppler, con visita cardiologica (pensando fosse il cuore) , negativi anche quelli.pressione sempre 110/70. Alla fine una lastra ,dalla quale si è scoperto che i dolori erano provocati da una costa in più. Solo che la paura mi è rimasta, ho il terrore di avere anche io ciò che ha avuto mio padre, e nonostante mi tranquillizzino tutti penso sempre al peggio ogni qualvolta si presenta un sintomo strano.
La mia domanda è questa: Qual'è il mio fattore di rischio avendo avuto papà con questo problema? So che a 25 anni non dovrei pensare a queste cose, ma è più forte di me. Grazie per la vostra gentilezza, distinti saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Lei non pare avere altri fattori di rischio a parte la familiarita'.
BAsta che lei stia attenta quindi ai fattori di rischio modificabili:
- ipercolesterolemia
- sovrappeso
- ipertensione
- fumo
- sedentarieta'

Si tranquillizzi
Arrivederci
[#2] dopo  
Utente 338XXX

Iscritto dal 2014
Grazie mille dottore per la sua risposta. Volevo porle un'ultima domanda e poi non la disturberò più.
A quanto ne so dall'ecocardiocolordoppler non si vedono le coronarie giusto? Ma se ci fosse qualcosa al cuore (dovuto alle coronarie) si vedrebbe? cioè apparirebbe qualche disfunzione a livello degli atri o i ventricoli che farebbe presupporre una malattia coronarica? Grazie mille.
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
No, l eco non mette in evidenza le coronarie. L'ecostresso puo' fare intuire se ci sia o meno un problema coronarico, ma e' indicato solo in un certo tipo di pazienti e non certo in lei.
Arrivederci