Utente 339XXX
Buongiorno gentili dottori,

Spero possiate darmi qualche consigli su un problema poco grave ma che temo possa creare complicazioni con l'avanzare dell'età. Attualmente ho 26 anni e ci tengo a mantenermi in salute tramite lo sport.
All'età di circa 10 anni sono stato operato due volte per asportare una cisti al secondo dito del piede. Per tutti questi anni ho praticato la corsa in maniera consistente senza però osservare le posture scorrette. Negli ultimi anni ho cominciato però a sentire formicolii e infiammazioni sotto la parte esterna del piede, circa all'altezza del quarto dito, oltre a un dolore come di punta di spillo sul lato interno del ginocchio. Ora durante il cammino, la corsa ed altri sport mi rendo conto della pigrizia della relativa gamba e di appoggiare pesantemente il piede anche sulla parte esterna anziché farlo scorrere come fa l'altro, passando sul secondo dito. Anche staticamente sento che l'appoggio del piede non è concentrato sotto il secondo dito come invece lo è il piede sano. Sono andato a fare una visita ortopedica che, in seguito all'esame della pedana baropodometrica, mi ha prescritto un esercizio per il ginocchio che consiste in nel sollevamento del piede da seduto e con pesi. L'ho praticato ma, stupidamente, con poca regolarità. Vorrei chiedere la vostra opinione. E' necessaria un'altra visita specialistica ortopedica, magari podologica con prescrizione di un plantare o è sufficiente praticare con regolare e alta frequenza l'esercizio prescritto?

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Damiano Longo
24% attività
4% attualità
0% socialità
SQUINZANO (LE)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Gentile paziente
la cinematica del passo è qualcosa di molto complesso e variabile nel corso della vita monche al variare del peso e delle condizioni fisiche generali ... ha fatto bene a risovolgersi ad uno specialista . Quello che le consiglio è di osservare più rigorosamente la prescrizione degli esercizi che che le ha consigliato il collega e in più se le cose non dovessero migliorare prestare un po più di attenzione alla sintomatologia del ginocchio ... spesso un dolore più a monte influenza il passo portando a delle infiammazioni durature e debilitanti.
Spero di esserle stato utile .
Dr D.Longo
Clinica Nuova Itor Roma
[#2] dopo  
Dr. Giulio Pugliesi
12% attività
0% attualità
0% socialità
VILLA SAN GIOVANNI (RC)
Rank MI+ 12
Iscritto dal 2005
Consiglio nuovo esame varopodimetrico ed eventuale plantare
[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Restuccia
24% attività
20% attualità
12% socialità
VIBO VALENTIA (VV)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Gentile utente, ritengo che sia indispensabile una visita ortopedica per inquadrare il problema in maniera più completane. Per esempio capire se ha un ginocchio varo o se ha un difetto torsionale della tibia. Solo dopo un corretto inquadramento sarà possibile eseguire la corretta terapia (plantari, esercizi altro )
saluti
[#4] dopo  
Dr. Francesco Nicolosi
24% attività
0% attualità
12% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2010
Mi associo a quanto detto dai colleghi in precedenza,insisterei con la fkt prematuramente da lei abbandonata,solo dopo potrebbe prendere in considerazione altre ipotesi terapeutiche.
Auguri