Utente 339XXX
buonasera. ho un problema molto serio e spero che qualcuno possa darmi delucidazioni perchè io non ho le competenze per trarre conclusioni concrete.

Mi è stato impiantato un pacemaker con queste caratteristiche:
boston scientific INGENIO MRI
e elettrocateteri con queste caratteristiche:
boston scientific elettrocatetere di stimolazione endocardico bipolare 4480 52cm
boston scientific elettrocatetere di stimolazione endocardico bipolare 4457 58cm

arrivo al succo della questione:
nel momento di eseguire una risonanza magnetica, dall'ospedale mi è stato "vietato" l'esame con queste motivazioni:

1)NON esistono in italia LEGGI che autorizzano gli ospedali ad eseguire le rmn anche se i pacemaker sono compatibili (??!vi risulta?????è un controsenso!)
2)anche se ci fossero i permessi ministeriali, le risonanze all'ADDOME non possono essere ugualmente eseguite per un problema di surriscaldamento della "bobina".

Facendo una ricerca personale su internet ho scoperto dal sito ufficiale della boston scientific che con INGENIO "possono essere eseguite RMN in tutte le parti del corpo" quindi mi viene il dubbio che il personale sia maleinformato o che (peggio) siano stati impiantati elettrocateteri NON compatibili con la rmn. (vi risulta la compatibilità?)

E' vero che non esistono leggi che consentano la rmn con pacemaker compatibile ?! ho la strana sensazione che in realtà sia l'ospedale a non sapere cosa fare a causa di scarsa informazione dei reparti competenti.
Grazie
c.c.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Iaci
32% attività
16% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
La cosa più corretta da fare in questo caso è rivolgersi al Centro che ha impiantato il pacemaker e gli elettrodi in questione, chiedendo una eventuale liberatoria per l'esecuzione della risonanza magnetica.

Il cardiochirurgo (cui lei ha chiesto un consulto) non si occupa di questo precisamente, ma non passa settimana in cui non ci venga chiesta una liberatoria per le risonanze magnetiche, in pazienti che cui abbiamo impiantato una protesi valvolare meccanica.

L'aritmologo che ha impiantato il device, saprà sicuramente risolvere la questione.


GI