Utente 178XXX
Buonasera, sono un ragazzo di 25 anni, iper sportivo (faccio 6 allenamenti su 7 a settimana tra palestra e pallavolo a livello agonistico)...e da qualche anno devo ammettere che soffro spesso di ansia e di semi attacchi di panico...
Tutto è iniziato un paio di giorni fa, oramai sono fermo da un 10 giorni abbondanti da qualsiasi tipo di attivita fisica, in quanto ho dovuto rimuovere dei nei e fare un intervento al ginocchio in locale per rimuovere un mezzo di sintesi di un precedente intervento...dopo questo intervento (l altro ieri), a parte un paio di episodi di dissenteria(ma credo piu legati ad uno stato influenzale), ho notato una serie di episodio anche consecutivi di tonfo al cuore, nel senso che sento proprio come se il cuore mi si fermasse un attimo per riprendere, rompendo l andamento ritmico del battito e portandomi un senso di nodo alla gola e conseguente tossetta......episodio da definire abbastanza normale capitasse una volta ogni tanto, il problema e che ci sono momenti che mi capita anche una volta al minuto (soprattutto se ci penso)
Essendo un soggetto ansioso (e anche tanto) puo immaginare che piu lo sento e piu vado in ansia, cosi come ho sono stato in ansia tutto il giorno dell intervento nonostante fosse "una banalità".
Premetto che ho avuto esperienze recenti pre intervento di sensazione di morire in campo (credo per un fatto d ansia piu che altro), e un dolore inguinale e lungo tutta la coscia, che ora con il riposo è scomparso, che penso sia scollegato pure quello (ma preferisco puntualizzare tutto, non vorrei mai fosse stato un coagulo ecc)
Spero di essere stato chiaro, anche se sto scrivendo avvolto da uno stato di panico.
Grazie in anticipo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Guardi,lei probabilmente soffre di banali extrasistoli, ma il suo vero problema è l'ansia, che dalle sue parole trapela in maniera abbastanza chiara che è di tipo patologico. Si rivolga ad uno psicologo che saprà sicuramente aiutarla più di quanto non si possa fare noi cardiologi.
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 178XXX

Iscritto dal 2010
Buonasera dottore......allora ho seguito in parte i suoi consigli cercando di calmarmi e in effetti. E migliorato nettamente, anche se devo dire che a volte le sento ancora.....soprattutto quando sono seduto su un divano o sul letto.......vediamo nei prossimi giorni, magari tende a diminuire ancora, soprattutto quando riprendero magari gli allenamenti e l attivita sportiva.......grazie mille