Utente 339XXX
Salve
Ho subito a Maggio 2013 una distrosione di 2-3° alla caviglia sx, con notevole riversamento interno che arrivava fino al polpaccio e copriva l'intera pianta del piede. Al pronto soccorso non mi è stato applicato nessun bloccaggio. Dopo quasi un mese di inattività ritorno a camminare.
Dopo un perido di recupero inizio a percepire un senso di blocco della caviglia come di ingessatura. Quindi inizio un ciclo di fisioterapia, la quale si rivela inefficace. Allora mi rivolgo a Bologna mi consigliano di fare un nuovo ciclo di fisioterapia (tecar, ultrasuoni, laser e tavoletta) ma dopo svariate sedute non sentivo benefici, cosicchè il fisioteraposta mi fa controllare da un suo ortopedico il quale mi diagnostica una fibrosi con neccessità di un artroscopia.
Ritorno a Bologna per un nuovo consulto e vengo sconsigliato di effettuare artroscopia e di continuare con la fisio.
Ad oggi sono molto scettico sull'efficacia della fisioterapia (con due cicli non ho avuto risultati), ma mi chiedo perchè due medici hanno un parere contrastante e principlamente come risolvere il problema.
Graze per la disponibilità.
Saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Francesco Nicolosi
24% attività
0% attualità
12% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2010
Il fatto che la caviglia non sia stata immobilizzata può in parte spiegare i postumi che lei descrive.Non sempre la chirurgia riesce a dare quello che il paziente si aspetta.Poi due cicli di FKT mi sembrano pochi.Io le consiglierei di continuare con la riabilitazione,solo dopo cinque/sei cicli potrà tirare delle somme e dare un giudizio sul da farsi di concerto con i sanitari di fiducia
Auguri
[#2] dopo  
Utente 339XXX

Iscritto dal 2014
Grazie per la risposta.
La cosa che mi lascia perplesso è che a detta dei fisioterapisti la fisio in questione (soprattutto la tekar) deve dare benefici anche minimi già dopo qualche seduta, invece a me non dava nessun beneficio.
Ma potrebbe essere la fibrosi diagnosticata dall'ortopedico della fisio?
La tac infatti evidenzia delle accumuli intorno alla caviglia.
Sono diciamo in una brutta situazione, non so più cosa fare, se riprovare la fisio (spendendo altri soldi con nessuna minima garanzia di avere minimi benefici) o andare verso l'operazione.

Grazie mille.
[#3] dopo  
Dr. Francesco Nicolosi
24% attività
0% attualità
12% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2010
Purtroppo piu' di tanto non posso dirle, sta a lei decidere se aspettare o meno che la fkt faccia il suo decorso perche' i tempi come le scrivevo in precedenza sono più o meno lunghi, in fondo per la chirurgia c'è sempre tempo, ma questo lo deve decidere lei in tutta serenità.
Auguri
[#4] dopo  
Utente 339XXX

Iscritto dal 2014
Salve dottore.
Le scrivo a distanza di un po di tempo.
Sono stato sottoposto a intervento di artroscopia caviglia, il medico mi ha riferito di avermi ripulito la caviglia e di non avermi potuto ricostruire il legamento laterale altrimenti sarei incorso in maggiore rigidità a causa del decorso.
Ad oggi ho effettuato tutta la fisioterapia prescitta ma non vedo e sento risultati, è come se sono tornato allo stato prima dell'intervento.
Mi chiedo ora cosa fare (le mie disponibilità economiche sono quasi terminate dopo 4 cicli di fisio) e anche moralmente nn sto messo molto bene.

grazie per la disponibilità