Utente 208XXX
Buon giorno Gent.mi Dottori,


sono un ragazzo di 29 anni e qui di seguito vorrei esporre il mio personale quesito con la speranza di avere una rassicurazione da parte Vs. in merito ad un dubbio o paranoia (forse) che non mi lascia affatto tranquillo.

In data 07/03/2014 ho consumato un rapporto vaginale completo con una escort italiana di 39 anni nel suo appartamento. Premetto che il rapporto è stato adeguatamente protetto da preservativo prima della penetrazione; tuttavia sia durante preliminari" (masturbazione ricevuta da lei) sia durante l'erezione del mio pene ho notato la fuoriuscita in misura minima di un liquido trasparente e abbastanza vischioso che suppongo fosse il cosiddetto "liquido pre-eiaculatorio". La quantità era minima, dopodichè PRIMA della penetrazione vaginale ho indossato il preservativo con la massima attenzione, ho consumato il rapporto ed al termine ho verificato che lo stesso era assolutamente intatto.

Ad ogni modo sono 99% sicuro che quel liquido pre-eiaculatorio non sia venuto a contatto con la vagina di lei in quanto è stato "coperto" dal preservativo stesso evitando quindi il contatto diretto tra le mucose.

Secondo Lei, alla luce dell'episodio da me appena descritto, ho rischiato di contrarre l'HIV o qualche altra MST? In definitiva dovrei preoccuparmi oppure sono semplici "paranoie" dovute (forse) ai miei "sensi di colpa"??!!


In attesa di un Vs. cortese riscontro ringrazio anticipatamente e porgo i miei più cordiali saluti.




G.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,se il rapporto é stato protetto con il profilattico,le sue sono sono paure.Considerando,però,lo stato ansiogeno,sconsiglierei di ripetere tale esperienza nel futuro.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 208XXX

Iscritto dal 2011
Gent.mo Dr. Izzo,


la ringrazio infinitamente per il Suo preziosissimo consulto. Approfittando della Sua disponibilità Le vorrei chiedere:


1) E' normale che ogni volta che il pene va in erezione puntualmente si verifichino queste piccole perdite di liquido pre-seminale (che se non sbaglio è il liquido che "anticipa" lo sperma)?

2) Come si può porre rimedio a questo "disturbo"? E' solo un problema "inconscio" o cos'altro ci può essere alla base di questo?

3) Tornando all'episodio incriminato con la escort sono sicuro al 99% che il liquido seminale non è venuto in contatto con la vagina della signora quindi va da sè che non ho corso rischi, dico bene? Praticamente prima di "penetrarla" ho incappucciato il pene con il condom dopo di che l'ho affondata... ma il mio dubbio è: è possibile che il liquido pre-eiaculatorio sia sceso fino alla base del pene fuoriuscendo dal preservativo stesso venendo così in contatto con la vagina della signora? Cosa ne pensa?



Grazie infinite per la pazienza, la disponibilità e per il Vs. lavoro.




Cordiali saluti




G.
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
…la uretrorrea ex libidine é paragonabile all'acquolina in bocca dinanzi ad una leccornia.quindi é fisologica e non si può curare…Quanto al rapporto incriminato,stia tranquillo.Cordialità.
[#4] dopo  
Utente 208XXX

Iscritto dal 2011
Grazie mille dottore!



Cordiali saluti



G.