Utente 339XXX
Buongiorno,
sono una donna di 36 anni, non fumo e non bevo alcolici.
Sono una persona tendenzialmente ansiosa e ipocondriaca, con episodi pregressi si attacchi di panico.Inolìtre mi hanno appena trovato un'ernia iatale da scivolamento e una gastrite.Sto prendendo pantoprazolo anche per una cura di ferro che sto facendo e per proteggere lo stomaco.
Giovedì scorso ho avuto un episodio diagnosticato al ps come TPSV con battiti a 200.Dopo un'iniezione di endodin la tachicardia è tornata sinusale e quindi dimessa nel giro di un'ora con consiglio di holter e poi visita aritmologica.
Da giovedì di notte dormo poco o nulla, vampate di calore e sudorazione e poi battiti accelerati ma limitati ai 90/100.Panico o ancora TPSV?
In attesa di fare holter il 29.03 ho una gran paura, di avere un infarto o di morire.
Si rischia la morte con questa aritmia?
ASpetto vostre e vi ringrazio,

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Cara signora l'infarto non ha nulla a che vedere con il suo problema. Lei ha dei banali episodi di tachicardia parossistica dai quali si può tranquillamente guarire con estrema facilità eseguendo un'ablazione transcatetere con RF. Si rivolga ad un bravo aritmologo, come le è stato consigliato e sicuramente risolverà il suo problema.
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 339XXX

Iscritto dal 2014
La ringrazio Dottore, ma il cuore con questi ritmi di tachicardia non va in affanno, non subisce lesioni?La tpsv è comunque un'artimia o sbaglio?
Nel frattempo mi consiglia qualcosa per evitare che la tachicardia di notte aumenti?
Un medico amico di famiglia riferisce che secondo lui la causa è L'ernia iatale perchè mi è successo di notte a riposo, dopo esser appena andata a letto. Potrebbe essere ?
Inoltre , non so se è tutta suggestione , ma io circa due settimane fa ho avuto la sensazione di senire delle vibrazioni brevissime a livello del seno dx, non è facile spiegarlo, come delle scossettine di centesimi di secondo. E' legato il tutto alla tpsv?

GRazie di nuovo,
[#3] dopo  
Utente 339XXX

Iscritto dal 2014
Buongiorno,
potrei avere ulteriore risposta alla mia sopra?
VI ringrazio,
[#4] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Gentile utente
credo da aver usato parole chiare per esprimere il mio punto di vista....La sua tachicardia è una delle tante forme di aritmia, ma per sua fortuna può essere facilmente eliminata se lei si rivolge alle persone giuste (cioè un aritmologo con esperienza). Tutte le altre sue domande non sono razionali....E' chiaro che quando c'è la tachicardia il suo cuore "va in affanno", come lei dice e per questo le ho consigliato di eseguire l'ablazione. L'ernia iatale non ha assolutamente alcuna relazione con la sua tachicardia. Lei è libera di scegliere diversamente, ma se chiede consiglio a noi di MI e poi non legge bene nemmeno quello che scriviamo allora è inutile che lei ponga domande in questo sito.
Saluti