Utente 334XXX
Salve, premetto di essere un tipo ansioso. Vi scrivo per chiedere un parere riguardo un sintomo che mi provoca parecchia preoccupazione. Praticamente mi succede senza un apparente motivo ed assolutamente a riposo di avvertire una specie di battito irregolare che dura pochi secondi. La sensazione è come di avere uno sfarfallamento al cuore. Dopo l'episodio mi prende l'ansia e mi sento come svenire. Ho eseguito una visita medica sportiva la scorsa settimana con ecg a riposo e da sforzo dove non è stato rilevato nulla ma non ho avvertito in quell'occasione la suddetta sensazione. Vi chiedo secondo voi cosa può essere e se c'è da preoccuparsi. Quali esami potrei fare?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Vista la recente esecuzione di esami strumentali cardiologici che non hanno evidenziato patologie, con ogni probabilità si tratta di isolate extrasistoli, fenomeno frequentissimo anche nei cuori sani che talvolta si rende percepibile con fastidiose sensazioni come quelle da Lei riferite.
Con i limiti di un consulto a distanza direi che non c'è da preoccuparsi, ma se il fenomeno dovesse ripresentarsi frequentemente ne parli al Suo medico, che se lo riterrà opportuno potrà a suo giudizio eventualmente integrare le indagini finora eseguite.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 334XXX

Iscritto dal 2014
La ringrazio davvero per la celerissima risposta. Il fenomeno mi capita specialmente nei momenti in cui sono agitato oppure quando mangio più del solito e sento lo stomaco gonfio. Può esserci una correlazione tra le cose?? Grazie mille. Saluti.
[#3] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Entrambi gli eventi da Lei citati (agitazione e replezione gastrica) possono essere responsabili della comparsa di extrasistoli che però, ripeto, nel Suo caso non rivestono alcun carattere di patologia cardiaca organica.
Cordiali saluti