Utente 196XXX
buona sera gentili dottori..voglio chiarire se posso qualche mio dubbio..l'anno scorso ho avuto un intervento alla vena safena per colpa della vena varicosa.da allora in poi ho dolori alle gambe,sono pesante etc..ma da un può di tempo e dico da quasi un anno quando mi metto a letto sdraiata mi bruciano le gambe ho la sensazione che il sangue non arriva nelle gambe..per questo faccio fatica a stare sdraiata..a volte vengo stanca dal lavoro e mi ci metto a riposarmi un po sul letto ma non ce niente da fare,,non posso stare più di 10 minuti.. il problema più grande e che in posizione sdraiata ho extrasistoli cioè sembra che il cuore si ferma e riparte,non so se mi spiego,di notte dormo solo con le gocce,non posso dormire sulla parte del cuore per colpa delle palpitazioni..ne ho parlato con il mio medico di fiducia diverse volte ma mi ha imbottita di antidepressivi Xanax e gocce per dormire tipo MINIAS dicendomi sempre SIGNORA NON E NIENTE E SOLO L'ANSIA..io credo proprio e mi rendo conto proprio ora che dovevo prendere provvedimenti prima si imbottirmi di antidepressivi che mi hanno rintontito più di quello che ero..la mia domanda gentili dottori e questa:può causare la circolazione problemi al cuore cioè extrasistoli e posso avere conseguenze più grave??soffro anche di Sindrome Vasale non so se ha da fare con la circolazione..devo andare a fare una visita cardiologica sotto sforzo oppure con il monitoraggio Holter?che consiglio mi datte?Ho 39 anni e 78 kg..in Atessa della vostra risposta vi porgo i miei cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Cara signora
il suo problema circolatorio è venoso e non arterioso...si tranquillizzi. Inoltre lei soffre di banali extrasistoli (sono presenti in una larga fetta della popolazione sana e spesso non sono avvertite o non rappresentano un problema di tolleranza)..Nel suo caso il reale problema è l'ansia che la contraddistingue e che nonle permete di tollerare adeguatamente una banale extarsistolia. La "circolazione" non ha alcun rapporto con il cuore e con le extarsistoli.
Cordialmente