Utente 277XXX
Buongiorno,
Mercoledì 12 marzo sono stato sottoposto a scleroembolizzazione di varicocele sx II-III grado.
L'intervento è andato bene, l unica cosa che mi preoccupa è il testicolo, che in due giorni si è gonfiato molto, è raddoppiato (sono passati 2 giorni dall intervento). Devo preoccuparmi? Ho sentito parlare di rischi di idrocele su internet... Ho chiamato il policlinico e mi hanno fissato un controllo per martedì.
Grazie infinite per la risposta, e per il servizio da voi offerto.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

da qui non possiamo purtroppo dirle se si sta formando o meno un idrocele, secondario alle scleroembolizzazione, e quindi, senza drammatizzare troppo, dobbiamo ora stare alle precise indicazioni dirette che riceverà dal collega che l'ha operata.

Ci riaggiorni dopo la valutazione clinica diretta.

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 277XXX

Iscritto dal 2012
Buonasera, ieri alla fine sono andato a farmi vedere dall'urologo del pronto soccorso, che ha definito tutto nel suo normale decorso, anche questo piccolo accenno di idrocele (il testicolo da ieri si è già notevolmente sgonfiato). Mi hanno confermato la prognosi già prescritta di riposo fino a domenica e senza eccessivi sforzi per i seguenti 15 giorni.
Lunedì mi fissano il controllo post intervento per verificare la riuscita o meno dell intervento, ma -facendo gli scongiuri- pare tutto nella norma.
Grazie, alla prossima
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene, come già dettole, cerchi di non drammatizzare troppo.

Un cordiale saluto.
[#4] dopo  
Utente 277XXX

Iscritto dal 2012
Non credo sia stata questione di drammatizzare i fatti, non ne sono il tipo.
Più che altro è una situazione "nuova", ci sta che mi sorgano dubbi o preoccupazioni, e come spesso si dice prevenire è meglio che curare.
Bene comunque che sia tutto ok.
Ora l'ultimo ostacolo è quello dell astinenza sessuale... L'infermiere che mi ha seguito nel day hospital mi ha parlato di un paio di settimane... Sono veramente così necessarie? Per curiosità mi sono letto un paio di consulti a riguardo su questo sito, e c'è chi ha definito il non rispettarla come qualcosa di non compromettente. Sa darmi dei chiarimenti/spiegazioni a riguardo?
(Chiedo scusa dato che non è correttissimo chiedere un consulto all interno di un altro consulto, ma quando si ha l'occasione di parlare con un esperto sempre meglio "approfittarne" per sapere)
Grazie mille
[#5] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,

in merito esistono opinioni difformi.Ho operato, (chirurgia e scleroembolizzazioni)svariate migliaia di pazienti e ho sempere detto ai pazienti di poter riprendere l'attività sessuale appena ne sentivano la necessità anche dopo 4.5 giorni dall'intervento stesso.
mai visti problemi.
Altri andrologi sono più restrittivi

cari saluti
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

di solito non succede nulla; solo in alcune situazione particolari, eventuali problemi intraoperatori o post, ci indicano una relativa prudenza per i possibili dolori all'eiaculazione, dovuti alle contrazione delle strutture anatomiche interessate all'intervento durante la fase dell'orgasmo; altre problematiche particolari, come indicato anche dal collega Pozza, non ci sono.

Cordiali saluti.
[#7] dopo  
Utente 277XXX

Iscritto dal 2012
Grazie mille per le vostre risposte!