Utente 340XXX
Salve. Giocando a calcio, durante un contrasto, ho subito una frattura scomposta a tibia e perone. Dopo circa una settimana di ricovero con la gamba tenuta ferma da un semi-gesso, mi hanno operato usando ferro e chiodo. Ora è passato circa un mese dall'intervento e la mia gamba è sempre gonfia, soprattutto in corrispondenza della frattura al perone ho il muscolo gonfio e duro. Dai raggi odierni risulta esserci dello spazio tra i due pezzi della tibia uniti dal ferro, cosa che dai raggi fatti subito dopo l'operazione non si notava. E in più la frattura del perone è rimasta scomposta. I medici che mi hanno operato dicono che non è rilevante e che devo iniziare a camminare tanto. Ma sento dolore alla gamba quando la poggio e quando provo a sforzarla. Mi farebbe piacere sentire la sua opinione a riguardo.
Ringrazio per l'attenzione e saluto cordialmente.
Eugenio Siepe
[#1] dopo  
Dr. Francesco Nicolosi
24% attività
0% attualità
12% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2010
Non avendo visto le rx non posso darle una risposta esaustiva,ritengo comunque di essere d'accordo con i colleghi che l'hanno in cura ,il camminare non farà che stimolare la crescita ossea,la scomposizione del perone non è rilevante al fine della guarigione,comunque è ancora troppo presto per dare dei giudizi sull'esito del suo trattamento chirurgico,segua con serenità i consigli dei sanitari che l'hanno in cura.
Auguri