Utente 335XXX
Buongiorno, ho ritirato stamattina il referto istologico di un nevo sebaceo che avevo in testa, asportato in data 3/3/14.
Premetto che ho scelto io di fare quest'intervento, per precauzione, e riporto il testo del referto per capire se è tutto regolare. Grazie in anticipo!

Sede del prelievo: cute della testa - Cute e/o tessuti molli - Biopsia escissionale

Descrizione macroscopica: losanga cutanea pervenuta non orientata di 2.7x0.7x0.5 cm. con presenza di lesione piana grigiastra a margini mal definiti di cm 1x0.3. Materiale pervenuto fissato in formalina. Materiale incluso in toto; si allestiscono 3 inclusioni. (RS/pa-04/03/2014).

Diagnosi istologica: carcinoma basocellulare associato a nevo sebaceo. Margini di resezione su tessuto sano. T-02100 M-75530 M-80903

Descrizione campionamento
Sp: 1-1-1
Desig.: A-A-A
Nr. blocco: 1-2-3

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Attilio Leotta
24% attività
16% attualità
12% socialità
LAMEZIA TERME (CZ)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2012
Il carcinoma baso-cellulare è la neoplasia maligna più frequente della pelle ma la sua malignità è solo locale perché in pratica non metastatizzano mai mentre,se viene esportato in modo incompleto( E' NON E' IL SUO CASO DAL MOMENTO CHE I MARGINI DI ESCISSIONE SONO INDENNI), può localmente recidivare.
IL NEVO SEBACEOO è una malformazione che si presenta come un nodulo del cuoio capelluto
Frequente è lo sviluppo nei nevi sebacei di tumori secondari specie carcinomi baso-cellulari come nel suo caso
Pertanto, anche alla luce del referto istologico può stare tranquilla dal momento che la lesione è stata asportata in modo completo.
[#2] dopo  
Utente 335XXX

Iscritto dal 2014
La ringrazio tanto dottore!
Mi sono tranquillizzata, sono solo un po' meravigliata dalla situazione, perché (al di là del fatto che stamattina, quando ho ritirato il referto, nessuno mi ha spiegato niente) non avevo assolutamente idea che il mio nevo fosse diventato un carcinoma. Eppure, da sempre lo controllo periodicamente, insieme ai tanti altri nei che ho, presso la LILT: l'ultimo controllo risale al 2/10/13 e sembrava tutto a posto, anche se in quell'occasione non me l'avevano misurato.
Inoltre, da quando ho deciso di asportarlo (in pratica appena ho raggiunto "l'età adulta", dato che ho solo 19 anni), ho chiesto diversi pareri sulla necessità di questo intervento e quasi nessuno mi aveva prospettato una tale frequenza di sviluppo di tumori secondari: tanto che alla fine la decisione di effettuare l'intervento è stata solo mia, ripeto, per una semplice precauzione... E per fortuna! Mi chiedo come sarebbero andate le cose se avessi invece deciso di tenere il nevo: ho letto da qualche parte che il carcinoma, seppur la sua malignità è localizzata, in alcuni casi può risultare comunque pericoloso... Vero è che comunque l'avrei tenuto sotto controllo e, mi auguro, prima o poi si sarebbe notato qualcosa di strano.
Ad ogni modo, l'importante è che non fosse nulla di grave e che sia stato tolto completamente!
Grazie ancora!