Utente 838XXX
Ho 35 anni ed il mio compagno 37. Da un anno e mezzo alla ricerca di una gravidanza dai miei esami non è emerso nulla di rilevante mentre a mio marito con eco color doppler scrotale bilaterale è stato diagnosticato: a sinistra presenza di ectasie venose con reflusso attivo asl valsalva, sia in clino che in ortostatismo-varicocele di secondo/terzo grado che però non pare influire negativamente poichè i risultati dell'analisi del liquido seminale sono i seguenti: aspetto normale, colore biancogiallastro, liquefazione completa, volume ml 2,5, ph 8, viscosità assente; motilità rettilinea veloce 16%, motilità rettilinea lenta 38%, motilità in situ 23%, motilità assente 23%, n spz mobili eiaculato 217.750.000; forme normali 60%, anomalie predominanti testa, anomalie della testa 40%, anomalie del midpiece 10%, anomalie del flagello 10% leucociti assenti, agglutinati assenti, indice di terato 1,5 ,sdi 0,6 ,cellule spermotogenesi alcune, swollen 60% rigonfi 40% non rigonfi. Con questi risultati è necessario un intervento per il varicocele o è meglio indirizzarsi alla procreazione assistita? Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
cara lettrice 8383,
l'esame seminale del suo compagno mostra un adeguato numero di spermatozoi anche se con motilità non adeguata.
Io consiglierei di ripetere l'esame seminale con una spermiocoltura ed affidarsi ad un valido specialista che vi possa consigliare per il meglio
A Lucca esercita il Dottor Paolo Giorgi, di valida capacità ed esperienza
cari saluti
[#2] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
il liquido seminale di Suo marito mostra una astenozoospermia, termine tecnico ormai ben conosciuto che depone per una scarsa ed anomala mobilità degli spermatozoi. In considerazione del normale numero di spermatozoi presente, forse vale la pena tentare una terapia medica di supporto al fine di migliorare la mobilità degli elementi fecondati. Naturalmente seguendo gli eventuali effetti benefici atttraverso la monitorizzazione del liquido seminale.
In altri termini, con le terapie in atto, sarebbe utile confrontare almeno 3 esami del liquido seminale , effettuati a 30 giorni uno dall'altro.
Devo subito premettere che se l'astenozoospermia trovasse comunque conferma, io personalmente opero sempre un varicocele di 2°-3° grado. E senza troppi indugi.
Colgo l’occasione per anticipare che nel prossimo mese di Gennaio 2006, presso il Dipartimento di Scienze Chirurgiche dell’Università degli Studi “La Sapienza” di Roma, nella mia Unità Operativa, avrà luogo il mese della Prevenzione delle Patologie dell’Apparato Genitale Maschile (con particolare riguardo alle problematiche connesse con lo studio della infertilità). Durante tale iniziativa, si potrà essere sottoposti a visita specialistica, DEL TUTTO GRATUITA. Conto al più presto di fornire ulteriori dettagli circa le modalità di adesione.
Affettuosi auguri per la realizzazione del Vostro desiderio e cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO