Utente 793XXX
Egregi dottori,mi chiamo Enzo ed ho 49 anni,nel 1983 mi fu diagniosticato il Morbo di Raynoud ad un'ospedale militare,naturalmente dopo molti esami tra cui l'artereografia(attualmente si chiama Angiografia),la quale risulto' mancata visualizzazione venoso al circolo palmare della mano dx,fui sottoposto ad un'intervento di SIMPACECTOMIA TORACICA ASCELLARE CON ABLAZIONE DELLA SECONDA COSTOLA DX.Dopo l'intervento e' andati tutto bene sino al 1998,il quale,mi ricomparse di nuovo la m,alattia,avendo effettuato a diversi ospedali gli esami necessari,tra cui un'altra Artereografia,risulto' di nuovo la stessa prima diagnosi diagnosi,Morbo di Raynoud.Da allora non e' andata piu' via,avevo spesso crisi vasospastiche,ho provato di tutto,terapie oppiacee,blocco di Bier(scusate ma non ricordo bene piu' come si chiama),anelgesici,vasodilatatori,fino a che,4 anni fa',mi impiantarono un neurostimolatore sottocutaneo ipocondrico dx,per un periodo ebbi benefici,ma persistevano sempre crisi vasiospastiche alla mano dx,per cui,non avendo piu' visto benefici,2 anni fa lo feci rimuovere.Poi ho cominciato una volta al mese infusione di Illoprost presso reumatologi,pero' e' risultato che ho intolleranza al farmaco,quindi mi consigliarono di sospendere le infusioni,anch quando facevo le infusioni,persistivano le crisi vasospastiche,mano cianotica,gonfia e molto fredda al tatto.Pero',fino a gGennoai di quest'anno non ho avuto piu' problemi,fino a Marzo di quest'anno al quale mi e' ricomparsa di nuovo la malattia,ma con differenza che,prima la cianosi si estendeva solo al dorso della mano,ma ora si e' stesa anche al palmo e alle dita della mano dx.Avendo effettuato la visita prima Reumatologica,al quale e' risultato "Cianosi di tutta la mano dx,ematosa dolente al tatto e fredda.Tumefazione in flessione delle dita.Polso radiale percepibile,polso ulnare assente,con sospetta problematica vascolare".Al cui mi hanno dato come terapia Endoprost e calciparina,e mi hanno consigliato una visita vascolare,(da precisare che da Febbraio sino a tutt'ora,nonostante le terapie che effettuo giornalmente,ho la cianosi,tumefazione,gonfiore e tutta la mano fredda.Avendo paddato la visita chirurgica vascolare,hanno confermato ancora una volta Grave morbo di Raynoud mano dx,e e fine di questo mese ho di nuovo un'artereografia da effettuare.a questo punto avrei da chiedere,c'e' qualche possibilita' di interventi chirurgici che possa finalmente nettere fine a questo problema'.Restando in attesa di una graditissima risposta e solzione al mio problema,i piu' cordiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Emanuele Ferrero
32% attività
0% attualità
8% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2013
Gentile utente,
con i limiti di un consulto a distanza,

purtroppo non esistono interventi chirurgici per risolvere il morbo di Raynaud. L'intervento potenzialmente utile lei lo ha eseguito (simpaticectomia toracia), altri intervento non esistono. Ha già provato ad utilizzare lo stimolatore midollare e proprio non c'è altro se non la terapia ù(che per altro ha già instaurato...vedi endoprost etc etc etc ...). Purtroppo il morbo di Raynaud è una malattia caratterizzata da spasmi violenti a carico delle arterie a livello delle dita delle mani e dei piedi, a volte può interessare le orecchie, la punta del naso, il mento o le guance. Questi vasospasmi possono essere causate o da stress emotivi o da esposizione al freddo e all'umidità.