Utente 340XXX
Gentili specialisti,
ho avuto recentemente un rapporto a rischio con una escort e vorrei elencarvi i fattori di rischio che ho riscontrato e sperare in un vostro consiglio sul da farsi.

voglio premettere che l'escort in questione era di media-alta fascia, abbiamo parlato insieme dei rischi prima del rapporto quindi sono certo che non avrebbe fatto nulla per mettermi appunto in una condizione di rischio acceso! era una ragazza intelligente quindi sono sicuro che si sia curata di proteggere anche se stessa ,quel minimo possibile, nel corso del tempo (non so come praticasse normalmente i rapporti vaginali, quelli orali sicuramente scoperti e non so se abbia mai fatto esami di controllo… ma potrei chiederglielo). aggiungo che in passato bazzicava nel mondo della pornografia, e li so che esistono controlli semestrali (almeno contro l'Hiv).

due fattori di rischio credo minimo sono stati aver usato il suo stesso cucchiaino per girare il caffè, cucchiaino che lei aveva portato alla bocca, e dopodiché aver fatto lo stesso e aver usato l'accappatoio che lei stessa aveva precedentemente usato.
un fattore di rischio sicuramente maggiore è stato quello di aver ricevuto un rapporto orale scoperto; solo a fine rapporto mi sono accorto di avere delle microscopiche escoriazioni in punta; insieme a ciò lei si era lavata i denti a termine del suddetto rapporto (magari provocandosi anch'essa delle escoriazioni) per poi finire con un'altro rapporto della stessa natura.

ad ogni modo, ci siamo lavati entrambi le parti intime prima e dopo ogni rapporto con del sapone liquido da intimo (che ho logicamente toccato per poi portare il contenuto al pene con la stessa mano) e usato due asciugamani puliti e separati per asciugarci.

so bene che le probabilità di contagio di mst gravi sono molto basse, e non sono il tipo di persona che si fa paranoie inutili, ma, affidandomi alla vostra professionalità, vorrei condurre degli esami nel caso fosse necessario.

aggiungo solo che una volta rincasato mi sono fatto una doccia e ho urinato normalmente, che sono in perfetta salute e che ovviamente ho fatto il vaccino per l'epatite b quando ero ancora in fasce.

distinti saluti e grazie della vostra disponibilità.
Carlo.


Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Igino Intermite
24% attività
8% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2013
Anche se la donna con la quale ha avuto rapporti è di categoria medio-alta, le malattie sessualmente trasmesse non fanno distinzioni di ceto sociale. La probabilità di trasmissione di malattie virali come i virus dell'epatite o l'hiv, mediante rapporto orale è come ha giustamente detto lei piuttosto bassa. Tuttavia il dubbio di una potenziale trasmissione lo si può togliere soltanto con ricerca degli anticorpi e degli antigeni virali (almeno hcv ed hiv), a fare subito e poiseguendo lo schema che viene impostato nei reparti di malattie infettive per escludere il famoso tempo finestra. Sarebbe auspicabile l'uso del preservativo anche per i rapporti orali, in tutte le situazioni di contatto con persone che non conosciamo bene.
[#2] dopo  
Utente 340XXX

Iscritto dal 2014
Ritiene quindi la mia situazione talmente preoccupante da doversi subito mobilitare con degli esami?
[#3] dopo  
Utente 340XXX

Iscritto dal 2014
Glielo chiedo perché spulciando gli altri consulti ho letto che in linee generali chi riceve sesso orale non protetto è al sicuro dalla gran parte delle mst più pericolose e rischia pochissimo per quanto riguarda tutte le altre, a patto che non ci siano condizioni di evidente infezione nel partner s'intende... Sbaglio?
[#4] dopo  
Dr. Igino Intermite
24% attività
8% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2013
il mio consiglio è quello di eseguire i test per epatite ed hiv, fermo restando che le probabilità di contagio sono basse.