Utente 299XXX
Gentili Dottori di Medicitalia,

La mia domanda riguarda la possibilità di iniziare a cercare un bimbo insieme a mio marito.Ho sentito della pericolosità della rosolia in gravidanza e perciò mi sono sottoposta al rubeo test, il quale é risultato negativo. Non ho gli anticorpi.Come mi devo comportare ora? Ha delle controindicazioni questo vaccino?Io ho 35 anni. E secondo voi é importante sottoporsi a vaccino?

Grazie

Cordialità

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Gentile utente,
anche se può stimare bassa la probabilità di un contagio proprio in quel periodo, non essendo riuscita ad incontrare il virus della rosolia per 35 anni, è la potenziale gravità delle conseguenze dell'infezione per il feto (contro la minima probabilità di effetti collaterali gravi del vaccino per Lei) a porre indicazione alla vaccinazione, se non a renderla consigliabile.
Non esiste una decisione assolutamente priva di rischio.
Saluti,
[#2] dopo  
Utente 299XXX

Iscritto dal 2013
Buongiorno Dr.,

La ringrazio per la sua risposta, chiara e convincente.
Mi sono informata all'asl di mia competenza, e mi hanno riferito che esiste solo il vaccino trivalente ( parotite rosolia morbillo ). Quindi le chiedo : quale esame dovrei fare per verificare la presenza di anticorpi per le altre 2 malattie esantematiche? E se avessi gli anticorpi del morbillo e parotite, potrei trovare il vaccino monovalente della rosolia? Ed ancora: se non ne avessi, é consigliabile dunque fare direttamente il trivalente?

Cordialità
[#3] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Immagino che la scelta di abbandonare il monovalente sia legata a questioni correlate a rischio generico e costi di esecuzione dei vaccini (soprattutto da quando si tende ad usare il trivalente morbillo-parotite-rosolia nei bambini).
La mia opinione personale è che sia inutile esporsi "gratuitamente" a ad agenti infettivi (o ad antigeni da essi derivati) se si è già in uno stato immunologico "protettivo".
Se dovesse risultare "scoperta" per tutti i virus, il problema non si pone. Per conoscere il proprio stato è sufficiente ricorrere a test sierologici specifici.
Saluti,
[#4] dopo  
Utente 299XXX

Iscritto dal 2013
Molte Grazie Dr.Marchi.
Vedro' se sono oppure no protetta da morbillo e parotite, e poi vedro' quindi come procedere per la rosolia.

Cordialmente.