Utente 331XXX
Salve a tutti, premetto che io in tutta la mia vita non ho mai lavato col sapone nè il glande, nè la zona del prepuzio piu vicina al glande, ma ho sempre sciaquato solo con acqua. Circa un mese fa ho chiamato il mio andrologo di fiducia per farmi consigliare un sapone proprio per lavare queste zone perchè notavo un effetto "scotch" tra prepuzio e glande durante la masturbazione. Lui mi ha consigliato Balanil Lavaggio e l'ho utilizzato anche per lavarmi glande e prepuzio molto accuratamente. Da quando ho iniziato, da circa 2 settimane ogni volta che mi masturbo lo sperma fuoriesce normalmente ma subito diventa come una schiuma bianca che si accumula sul prepuzio durante lo sfregamento.Il mio andrologo mi ha consigliato un tampone balano prepuziale che ha avuto esito negativo, nessuna infezione, niente di niente. E possibile che la pelle del prepuzio abbia risentito del contatto col sapone e adesso ogni volta c'è sperma si formi questa fastidiosa schiuma bianca, a volte anche molto abbodante.. ripeto lo sperma non ha niente, è come se sfregando il prepuzio esso si trasformi in schiuma e non capisco il perchè visto che nella mia vita non è mai successo. Ora sto utilizzando il sapone che usavo prima (Saugella Uomo, non lavo di nuovo glande e prepuzio) ma il problema è rimasto.Cosa può essere successo??

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

domanda curiosa e un pò buffa, almeno da come lei la presenta, ma la rarità di quello che lei descrive, se reale, necessita di una valutazione clinica diretta infatti, in questi casi, senza un tale primo passo, è impossibile per noi, da questa postazione, formulare una risposta corretta, cioè capire la vera causa del suo problema e dare quindi una indicazione su quali passi successivi fare sia a livello diagnostico ma soprattutto terapeutico.

Bisogna, a questo punto, riconsultare in diretta almeno il suo andrologo.

Cordiali saluti.