Utente 340XXX
Salve dott.
sono una ragazza di 27 anni e nel 2012 ho eseguito un ecocolor doppler agli arti iinferiori,e nella gamba dx mi hanno riscontrato l'asse venoso profondo pervio,incontinente al test diSiegel e alla manovra di Valsalva con flusso spontaneo fasico con atti del respiro e lume compressibile;safena grande e piccola continenti.
Nella gamba sx: pervietà e incontinenza delle vene profonde; sufficienza di grande safena sn continenza ostio saf.femorale;piccola safena continente.

Diagnosi: IVC del circolo profondo arti inferiori.
Dopo l'esito di questo ecolordoppler ho iniziato ad indossare la gambaletta varimed compressione 18 e poi ho eseguito nuovamente l'ecoldoppler a gennaio di quest'anno e l'esito era positivo cioè arterie a vene ai limiti della norma.
Io mi chiedo se è possibile ke le vene profonde della gamba sx e l'asse venoso profondo al test di Siegel e alla manovra di Valsalva della gamba dx, possano non essere più "incontinenti"x via della gambaletta?
È possibile allora ke le mie gambe non rappresentino più un problema per la circolazione?inoltre, sto eseguendo tutt'ora cicli di scleroterapia.
Mi dica gent.mo dott. se potrò stare tranquilla oppure se corro rischi per le mie gambe con il primo esame ecocolor doppler?

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Gentile Utente,
per quanto l'ecocolordoppler sia un esame in qualche misura operatore-dipendente la dispatità di valutazione appare sinceramente poco comprensibile, anche se taluni stati ambientali o fisiologici possono in qualche misura condizionare l'atteggiamento funzionale del sistema venoso in alcune condizioni transitorie (calore, ciclo mestruale, ecc.).
Probabilmente una ulteriore verifica potrebbe essere opportuna.
Che tipo di trattamento sclerosante sta eseguendo (varci, teleangectasie) ?
[#2] dopo  
Utente 340XXX

Iscritto dal 2014
Buona sera dott. Piscitelli,
la ringrazio di essersi affrettato nel rispondermi alle mie domande.
Ho appena preso nota di quanto dettomi e mi soffermo per chiederle se al prossimo esame di ecocolor doppler mi dovessero riscontrare le stesse problematiche del primo esito dell'ecocolor doppler (in cui ho eseguito nell'anno 2012) ,cosa dovrei fare secondo lei?Mi dovrei preoccupare?
Insomma,dovrei intervenire con altri metodi più opportuni per il mio problema in
questione?
Inoltre,le preciso che il trattamento sclerosante che sto eseguendo da gennaio di quest'anno,è per varici reticolari e teleangectasie con metodo Scleromousse mentre fino all'anno scorso eseguivo solamente il metodo di Sclerosante normale con esiti poco più che confortevoli.


Distinti Saluti
[#3] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
L'insufficienza del circolo venoso profondo rappresenta purtroppo una condizione non suscettibile di terapia se non l'adozione di una efficace elastocompressione, al fine di migliorare la sintomatologia connessa (edema, senso di peso, ecc.) e la possibile propagazione (soprattutto in gravidanza) al circolo venoso superficiale con comparsa delle relative manifestazioni cliniche (varici).
Un controllo periodico è opportuno.
La terapia sclerosante che sta eseguendo è in ogni caso indicata, anche se i risultati non del tutto soddisfacenti potrebbero essere influenzati dalla condizione su esposta.
[#4] dopo  
Utente 340XXX

Iscritto dal 2014
Grazie x le informazioni gentilissimo dott. Piscitelli.
Capisco ancor di più la gravità dell'insufficienza del circolo venoso prof..
L'unica cosa,spero soltanto ke un prossimo esame Ecocolor Doppler possa risultare migliore di quelli precedenti.
Ci risentiamo fra qualke giorno perché dovrei kiedervi altri pareri.


Distinti Saluti
[#5] dopo  
Utente 340XXX

Iscritto dal 2014
Gent.mo Dott. Piscitelli,
ho appena eseguito oggi in data 29.03.2014 l'ecolordoppler agli arti inferiori e l'esame dice questo:
-Assenza di stenosi emodicanamente significative a livello delle aa. iliache,femorali,poplitee,tibiali ed interossea,bilateralmente,ove si osservano tracciati velocimetrici nella norma e x morfologia e velocità sisto-diastolike.
Lo studio eco-color doppler del circolo venoso profondo degli arti inferiori ha documentato: assenza di trombosi;regolare pervietà dell'asse iliaco-femoro-popliteo,bilateralmente,con apparato valvolare continente.
Piccola e grande safena pervie con valvole ostiali continenti.
Presenza di varicosità superficiali a livello della coscia e della gamba,bilateralmente.
Dall'esame eseguito il dott. non mi ha riscontrato anomalie fortunatamente,e mi ha consigliato comunque di indossare una monocollant classe I,anzichè la solita gambaletta varimed compressione 18 perchè non è indicata x le mie gambe perchè non è sufficiente,di camminare tanto anke dentro l'acqua del mare senza prender sole ovviamente.
Inoltre,mi ha detto ke indossando la monocollant eviterò in futuro che si ammalino anche le vene interne e profonde e che le compresse sia (Fluven ke Arvenum) fanno ben poco x la mia circolazione.
Ed ora lei cosa mi consiglia in merito?
Posso stare tranquilla x l'esito di quest'ultimo esame?
[#6] dopo  
Utente 340XXX

Iscritto dal 2014
BUONA SERA DOTT. PISCITELLI
IO DOMANI ENTRO ALLA 36 ESIMA SETTIMANA DI GRAVIDANZA E GIORNO 12 GIUGNO 2017 DURANTE LA VISITA GINECOLOGICA IL MIO GINECO HA OSSERVATO CASUALMENTE LE MIE GAMBE (IL PROBLEMA PERSISTE SOLO ALLA GAMBA SX PER IL PESO DEL FETO) E VEDENDO LE VARICI MI HA DETTO DI AVERE LA FLEBITE E PERCIO' MI HA PRESCRITTO LA SELEPARINA 3.800 U.I. - 0,4 ML (A BASSO PESO MOLECOLARE) DA FARNE FINO AL 24 LUGLIO 2017 (DATA PRESUNTA PARTO).
IL 20 GIUGNO 2017 HO ESEGUITO L'ECODOPPLER AGLI ARTI INFERIORI OVVERO SOLTANTO ALL'ARTO INFERIORE SX VISTO CHE IL PROBLEMA PERSISTE SOLO LI'.
IL REFERTO RIPORTA QUESTO:
Non si rilevano alterazioni morfologiche ed emodinamiche a carico della aa. femorali comuni,superficiali seguite fino all'Hunter e poplitee.
Tronchi tibio peroneali regolari per calibro con normale profilo flussimetrico.
Modesto reflusso alla decompressione dei muscoli surali sulla vena polplitea sx.
Ostio safeno femorale continente alla manovra di valsavla.
Presenza di collaterali safeniche a livello di coscia sx ma da considerare che la pz è al nono mese di gravidanza.
Le vene risultano essere sovracaricate e turgide ma non si rivelano fenomeni di flebiti o trombosi.
Si consiglia di proseguire profilassi con seleparina e indossare calza antitrombo durante il parto.

GORNO 23 GIUGNO 2017 HO FATTO LE ANALISI DEL SANGUE DEL D - DIMERO E IL RISULTATO E':

VALORE 250 (VALORI DI RIFERIM DA 0 A 200).

IL MIO GINECO MI HA DETTO DI STARE TRANQUILLA CHE QUESTO VALORE SALE FISIOLOGICAMENTE IN GRAVIDANZA.
INSOMMA IO HO SEMPRE SOFFERTO DI VARICI ALLE GAMBE E HO BRUCIORE ALLA GAMBA CHE HO SECONDO LUI HO LA FLEBITE (ANCHE SE L'ANGIOLOGO MI HA DETTO CHE E' SIMILE ALLA FLEBITE),E VORREI SAPERE SE IL VALORE DEL D - DIMERO SECONDO VOI E' UNA SPIA DI RISCHIO DI TROMBOSI OPPURE PENSATE PURE VOI CHE SIA DOVUTA ALL'INFIAMMAZIONE CHE HO?

ASPETTO UNA SUA RISPOSTA