Utente 144XXX
Buonasera,
sono una ragazza di 27 anni, e volevo un'opinione in merito ai miei disturbi che ormai mi stanno rovinando l'esistenza.
Dopo quasi due anni dove ho sofferto in continuazione di cistiti, dolori uretrali post minzione, irritazione delle parti intime esterne compreso zona anale, dolore in basso a destra della pancia, aver effettuato tamponi vaginali, uretrali, esami del sangue, ecografie e chi più ne ha più ne metta con risultati sempre normali se non per una semplice candida... si è cominciato a sospettare che potesse essere almeno per quanto riguarda il dolore alla pancia appendicite cronica.
Ho effettuato quindi una tac all'addome con e senza contrasto e il chirurgo che mi sta seguendo ha confermato la diagnosi di appendice infiammata...
Secondo lui potrebbe essere stato questo stato infiammatorio interno che mi ha causato cistiti e dolori uretrali... quindi vorrebbe operarmi in laparoscopia e togliere l'appendicite.
Vorrei avere anche un ulteriore parere per capire se operandomi c'è la reale possibilità che tutti questi problemi se ne vadano una volta per tutte oppure non c'è un nesso tra tutti questi sintomi e questo problema di appendicite è solo l'ennesima sciagura che si aggiunge alla lista.

Ringrazio in anticipo chi vorrà rispondermi

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Bruno Benini
20% attività
0% attualità
0% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2013
mi può inviare la risposta della TC. Alcuni dei sintomi che descrive sono compatibili con un quadro infiammatorio della pelvi e della fossa iliaca dx (in pratica le parti in basso a destra del suo addome).
[#2] dopo  
Utente 144XXX

Iscritto dal 2010
Gentile Dr. Benini,
qui di seguito le riporto l'esito della tac:

Minima falda fluida a sede pelvica retrouterina. Alcune millimetriche immagini di aspetto cistico a sede annessiale bilaterale di cui ipodensa con impregnazione post contrastografica cercinata di circa 16 mm a livello dell'annesso di destra verosimile corpo luteo. Cavità uterina distesa. Reperti che necessitano di valutazione in ambito dedicato.
Non si apprezzano raccolte o immagini riferibili a formazioni ascessuali in FID o a sede addominale. L'appendice è visualizzabile e all'interno nella porzione distale si apprezza materiale iperdenso in verosimile appendicolita senza tuttavia significativo ispessimento o impregnazione post contrastografica delle pareti dell'appendice stessa. Non evidenti livelli idroaerei intestinali o significative alterazioni TC percepibili.
Per una valutazione specifica dell' intestino, se necessaria a giudizio clinico, si rimanda ad esame dedicato.
Ipertrofia del lobo epatico sn, a livello del III segmento millimetrica impregnazione nodulare in fase arteriosa non visualizzabile in fase portale compatibile con angioma.
Nei limiti reni, surreni, milza e pancreas. Non dilatate le vie biliari. Colecisti normalmente distesa. Nei limiti il calibro dell' aorta addominale. Non tumefazioni linfonodali addominali.
Aspetto lievemente scoliotico del rachide lombare, utile correlazione clinica e valutazione dedicata.

La ringrazio per il suo interessamento!