Utente 335XXX
Buonasera, scrivo per chiedere un parere riguardo alla mia situazione. Sono una ragazza di 18 anni, ho molti nei sulla pelle e faccio controlli anche più di due volte all'anno. Ultimamente c'è un neo che mi preoccupa particolarmente, situato sul gluteo sinstro. Ho questo neo da pochi mesi dopo la nascita, è largo più di 1 cm ed ha sempre avuto i bordi irregolari e la superficie non omogenea. Da qualche mese ho notato però una piccola area più scura ed è come se la superficie si fosse un po' alzata al centro. Ho così fatto un controllo e il dermatologo mi ha detto che sarebbe stato consigliabile toglierlo, ma senza urgenza. Sono andata in ospedale per prenotare l'intervento e il dottore che avrebbe dovuto farlo ha voluto controllarmi, e mi ha detto che non c'era bisogno di asportarlo, potevo stare tranquilla e tenerlo solo sotto controllo. Così sono ritornata dal dermatologo di prima e visto che c'erano problemi a fare l'intervento mi ha detto di stare tranquilla e di poter ritornare dopo 6 mesi, che un eventuale cambiamento si sarebbe visto chiaramente. Ora non so cosa fare, sono molto preoccupata anche perchè da un po' sento una strana sensazione in quella zona, come un fastidio, che non va e viene.. Sarebbe necessario fare un'altra visita per sentire un altro parere? E nel caso.. potrei aspettarla tranquillamente? Sto tutti i giorni a guardare il neo e a toccare quella parte.. Ho paura che possa diventare qualcosa di pericoloso.. Un'altra domanda.. In quanto tempo può svilupparsi un problema del genere? I cambiamenti sono veloci? Grazie mille in anticipo a chi chiarirà i miei dubbi, cordiali saluti.
[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
http://www.medicitalia.it/consulti/Dermatologia-e-venereologia/397823/Neo-strano-che-mi-da-preoccupazione
l suo consulto "neo sospetto che mi dà preoccupazione" è piuttosto simile al suo precedente "neo strano che mi da preoccupazione".E in effetti devo darle atto di aver avuto la cura di cambiare l'aggettivo (strano in sospetto!):ma purtroppo tutto il resto è identico , quindi devo reiterare la stessa risposta data al precedente, purtroppo.
Rimaniamo in attesa di "neo bizzarro che mi dà preoccupazione" o di "neo particolare che mi dà preoccupazione" ricordandole che la reiterazione ansiosa di questi quesiti non risulta utile per lei e suggerisce la consulenza in ambito psicoterapeutico.
Cordialità